Area C: si riparte a Milano dal 17 settembre

4 Settembre 2012

Dopo la sospensione avvenuta a fine luglio, Area C riapre i battenti: da Palazzo Marino assicurano che il 17 settembre si tornerà a dover pagare per poter usare l'auto in centro. Il verdetto del Tar non è ancora stato emesso ma la giunta Pisapia è convinta che da metà settembre la congestion charge potrà ritornare in vigore, magari con qualche piccola modifica. I dati raccolti nei primi sei mesi di Area C hanno permesso di mappare al meglio i flussi di traffico dei milanesi consentendo al comune di modificare gli orari dei mezzi pubblici operativi in città. Pierfrancesco Maran, Assessore all'Ambiente, Mobilità e Arredo Urbano ha spiegato alla stampa che i picchi di traffico che si registravano tra le 8:20 e le 9:00 del mattino e tra le 17:00 e le 20:00 di sera, non si presentano più.

Il traffico nelle arterie meneghine si è diluita e fa registrare valori costanti fino alle 10:00 del mattino. Grazie a questo lavoro di monitorizzazione, l'amministrazione comunale ha potuto rimodellare il servizio pubblico arrivando anche ad allungare l'ora di punta fino a dopo le 21:00. Ma la seconda inaugurazione di Area C porterà con se delle novità; a Palazzo Marino stanno vagliando nuove proposte per cercare di venire incontro alle esigenze dei cittadini. Lo spegnimento delle telecamere alle 18:00 nella sola giornata di giovedì ne è un esempio; l'obiettivo è quello di favorire lo shopping serale permettendo sia ai milanesi che ai tanti lavoratori dell'hinterland di poter fare i propri acquisti potendo contare sulla propria automobile. Ma la vera novità potrebbe essere l'introduzione di mini-multe per chi entra nella zona a traffico limitato senza aver pagato il ticket, fino ad oggi la sanzione ammontava ad 80 euro ma i mancati introiti del mese scorso giustificherebbero pene più lievi pur di assicurarsi un immediato gettito di denaro nelle asfittiche casse comunali. Si sta inoltre pensando di aumentare la tariffa per chi circola in città con il proprio SUV. Sembrerebbe quindi che la sentenza a favore dell'autorimessa Mediolanum Parking sia stata solo una vittoria di Pirro; anche se al momento non c'è nulla di ufficiale tutti gli elementi sembrerebbero confermare l'imminente riapertura della zona a traffico limitato che più ha dato da parlare in Italia.