Scatola nera: come funziona e quanto si risparmia

Decreto Destinazione Italia: come la scatola nera fa risparmiare sull'RC auto

21 Gennaio 2014

In questi giorni si parla molto della scatola nera nelle auto e di quello che comporta a livello di sicurezza e di risparmio per gli automobilisti italiani. L’introduzione dell'apparecchio è avvenuta in realtà a fine 2012 con il governo Monti,  ma la novità del decreto Destinazione Italia, approvato dal governo Letta nel dicembre 2013, è che lo sconto sulle polizze auto non è più indefinito, ma deve essere almeno del 7%.

Cos’è tecnicamente? Si tratta di un dispositivo mobile, chiamato anche Check Box, che rileva i chilometri percorsi, monitora tutti i dati relativa alla guida dell’assicurato e fornisce informazioni essenziali in caso di sinistro. Guarda anche l'infografica sulla scatola nera per saperne di più.

Può essere fornita in comodato d’uso e indica dati come velocità di percorrenza, accelerazione e decelerazione, rotazioni del motore, l’attivazione degli eventuali airbag, la marcia inserita. Queste informazioni sono  inviate via satellite a un database, che le raccoglie consentendo così  alla compagnia assicurativa di prendere visione del comportamento di guida degli assicurati.

Il dispositivo è quindi uno strumento utile sia alle assicurazioni auto, che hanno un modo in più per contrastare le frodi, che per la tutela della sicurezza stradale di tutti. La scatola nera registra la dinamica dei sinistri nei 40 secondi prima dell’impatto e nei dieci secondi  successivi.  Il sinistro viene rilevato attraverso parametri chiave, come una forte decelerazione (registrata dalla centralina dell'Abs/Esp) o l'apertura degli airbag. Grazie al GPS, viene rilevata anche la posizione in cui si è verificato l’incidente: naturalmente la geolocalizzazione è utile anche in caso di furto della vettura.

E non finisce qui: in caso di sinistro, il dispositivo è in grado di “comprenderne” la gravità (ad esempio verificando se gli airbag si sono o meno attivati) e può inviare richiesta di soccorso al Centro di raccolta delle chiamate di emergenza con il numero unico 112, fornendo informazioni  essenziali per l’intervento di soccorso .

Quali sono i vantaggi sui costi delle assicurazioni? Il decreto Destinazione Italia comporta la riduzione del caro RC auto, tra i più alti d’Europa, che viene scontato di almeno il 7% se si installa il dispositivo. La riparazione dei danni  non avviene più dal carrozziere di fiducia ma presso le officine convenzionate. Lo sconto arriva fino al 12% se il guidatore è residente nelle aree a maggior rischio frodi, che saranno elencate con decreto dal Ministero dello Sviluppo Economico. L’installazione della scatola nera è gratuita, e le spese di montaggio e smontaggio restano a carico dell'assicurazione.

 L’introduzione della soglia minima di sconto del 7% sull’RC auto punta ad aiutare gli automobilisti onesti a risparmiare in tempi di crisi, e a mettere un freno alle frodi assicurative.