Mobilità sostenibile: Torino prima città in Italia

A vincere è di nuovo Torino nella speciale classifica di città a mobilità sostenibile

14 Gennaio 2013

Ancora una volta Torino batte tutti, secondo uno studio elaborato da Euromobility, il capoluogo piemontese si conferma per il secondo anno consecutivo la città più ecosostenibile d'Italia. Il rapporto annuale si basa su uno studio incrociato di più fattori come la qualità del trasporto pubblico, la diffusione del car sharing e del bike sharing, l'inquinamento atmosferico e la presenza di automobili a basso impatto ambientale. La top ten di questa particolare classifica vede nelle posizioni nobili solamente città del centro-nord della penisola; in seconda posizione si attesta Brescia che rispetto allo scorso anno ha raddoppiato il servizio di bike sharing toccando quota 8.266 utenti abbonati al servizio, la medaglia di bronzo va invece a Parma, una città da sempre molto attenta alla qualità della vita. In quarta posizione troviamo Milano, il capoluogo lombardo spicca per il car sharing – primo per numero di utenti in Italia- e per il trasporto pubblico locale, uno dei migliori nel nostro paese; anche le politiche comunali volte ad incrementare l'utilizzo della bicicletta hanno contribuito a regalare a Milano una posizione di tutto rispetto. In quinta posizione si attesta Bologna seguita a breve distanza da Bergamo e Venezia, all'ottavo posto, invece, si fa largo una new entry: Prato. Modena ed Ancona chiudono la top ten, anche per il capoluogo marchigiano si tratta della prima volta tra i migliori della classe. Torino emerge come vincitrice grazie all'eccellente trasporto pubblico, alla diffusione capillare del bike sharing, un servizio di auto condivise tra i migliori in Italia e a una percentuale di auto a basse emissioni superiore alla media nazionale. Rispetto allo scorso anno, nel capoluogo piemontese molte più persone hanno optato per l'utilizzo del trasporto pubblico, oltre a questo, va aggiunto un bassissimo tasso di mortalità nelle strade cittadine. L'unica nota dolente riguarda l'inquinamento dell'aria che troppo spesso supera i valori consentiti, è però risaputo che le città della pianura padana, per le particolari caratteristiche geografiche del territorio, sono sfavorite rispetto ad altre zone del nostro paese. In generale, il rapporto stilato da Euromobility in collaborazione con Bicincittà e Fit Consulting evidenzia come i cittadini stiano rispondendo bene alle politiche volte ad incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico o la bicicletta. Anche il car sharing dopo il considerevole calo avuto nel 2010 sta tornando a crescere: rispetto allo scorso anno ha fatto registrare un aumento di sedici punti percentuali.