Mille Miglia per Mercedes e BMW

I classici marchi tedeschi hanno portato il meglio delle loro auto d’epoca

23 Maggio 2011

Anche quest’anno è partita da Brescia la Mille Miglia 2011, la storica corsa inaugurata nel lontano 1927e che si ripropone ogni anno come gara per auto d’epoca.

Diventata ormai famosa tra gli appassionati del settore, originariamente la Mille Miglia era una corsa di lunga distanza effettuata su strade aperte al traffico, che si disputò in Italia per ventiquattro volte dal 1927 al 1957 (13 edizioni prima della seconda guerra mondiale e 11 dopo il 1947).

Dal 1977 la Mille Miglia ha preso le sembianze dell’attuale competizione in cui la partecipazione è limitata alle sole auto prodotte non oltre il 1957 e che avevano partecipato alla corsa originale. Tutto nel tempo è stato mantenuto intatto: il percorso infatti (Brescia-Roma andata e ritorno) è lo stesso della gara originale, così come il punto di partenza/arrivo (allora Viale Rebuffone, oggi Viale Venezia).

Puntuali dunque come ogni anno le auto partecipanti sono partite da Brescia per giungere a Roma e tra queste non potevano mancare i classici marchi come BMW e Mercedes-Benz che hanno portato il meglio delle loro auto storiche.

BMW, in particolare, ha partecipato con ben 12 esemplari di 328, coupé e roadster sportiva progettata nel 1936 da Fritz Fiedler; auto vincitrice dell’edizione 1940 della corsa.

Mercedes-Benz, invece, ha celebrato la vittoria del 1931 da parte di Rudolph Caracciola, primo pilota non italiano a vincere la gara che corse con una SSKL: per la casa tedesca quindi al via tre vetture di quell’epoca (SS e SSL), accanto a numerose 180, 220 e 300 SL.

Alessandro Casali, presidente del Comitato Organizzatore Mille Miglia, ha commentato con soddisfazione i risultati della gara divenuto ormai un evento conosciuto in tutto il mondo come simbolo del made in Italy. E anche quest’anno è stato un successo: sono stati oltre 7 milioni gli spettatori lungo il percorso.