Legambiente propone quartieri senza auto

Parola d'ordine: abbattere l'inquinamento dovuto agli scarichi delle auto

1 Maggio 2011

Come combattere lo smog nelle città? Sebbene le iniziative per affrontare il problema siano oggi numerose, Legambiente non si ritiene soddisfatta e lancia la campagna “Quartieri senza auto” in diverse città italiane.

La proposta di Legambiente, che potrebbe diventare una risposta di mobilità sostenibile, consiste nell’allestire, nelle città più colpite dal problema dell’inquinamento dovuto agli scarichi delle auto, interi quartieri dove ci si può spostare senza usare l'auto e raggiungere facilmente diversi servizi.

L’idea è stata lanciata qualche giorno fa dall’associazione ambientalista all'università di Firenze, durante la terza conferenza internazionale “Energy Think”, dedicata alla mobilità sostenibile e in cui Legambiente ed Eni hanno radunato alcuni fra i più importanti studiosi di sistemi e tecnologie di settore.

Edoardo Zanchini, responsabile Energia e Trasporti dell'associazione, ha spiegato come un simile progetto, i cui dettagli saranno a breve definiti, sia una soluzione vantaggiosa per l’ambiente e per la salute dei cittadini. Ma questa non è stata l’unica proposta avanzata a Firenze: l’intento è quello di convincere i comuni a triplicare la rete di tram e metropolitane, in modo da stimolare la gente a non prendere l’auto anche per brevi tragitti cittadini.

Quanto alla mobilità privata, Legambiente propone invece di spingere sul car sharing di quartiere, come si sta già sperimentando a Milano; più problematica invece la questione auto elettrica che, sebbene risulti un’ottima soluzione contro l’inquinamento, scarseggia di luoghi di approvvigionamento energetico e risente della mancanza di una presa elettrica comune e universale.

La soluzione anti–smog proposta da Legambiente potrebbe risultare ad alcuni troppo drastica, ma la speranza di respirare un’aria più pulita è senza dubbio molto forte.