L'auto partecipa al Fuorisalone

L'evento più atteso del design ha l'auto come protagonista

26 Aprile 2011

Anche l’auto partecipa all’evento più atteso dell’anno in tema di design: il Fuorisalone del Mobile. Tenutosi a Milano dal 12 al 17 aprile 2011 è diventato oggi un'occasione per conoscere le novità dei brand automobilistici in un modo più originale rispetto alla semplice visita in concessionaria. Il contributo del mondo a quattro ruote è stato ricco di novità e in giro per la città è stato possibile ammirare le installazioni di diversi marchi d’auto: Mercedes Benz ha ad esempio messo in mostra 15 Classe E Berlina e 5 Viano; in più per celebrare i 125 anni della sua nascita, la casa di Stoccarda ha allestito la mostra "Auto-mobili senza tempo" per ripercorrere le tappe del design automobilistico del marchio.

Peugeot dà la scossa” è stato il tema proposto dal marchio francese: la city car elettrica Peugeot iOn ha “acceso” infatti la facciata della Casa dell'Energia AEM, in piazza Po, con un suggestivo gioco di luci dando il via a una serata che ha premiato i vincitori del concorso "Costruire Green Life”. Inoltre i più curiosi hanno potuto fare un viaggetto a bordo dell’auto per testare la mobilità sostenibile.

Un “museo a cielo aperto” invece per Citroën: luci, colori e motori sono stati distribuiti in un suggestivo percorso tra piazzetta Crocerossa e via Montenapoleone, dove il grande pubblico ha potuto ammirare i modelli di ieri e di oggi: dalla DS4 alle ultime realizzazioni del designer Ora-Ito, ossia la Evomobil e Ufo.

Più raffinata l’esposizione messa a punto dalla Jaguar che, presso l'Opificio 31 di via Tortona, ha esposto la XJK 75 (edizione limitata per i 75 anni del brand) con un allestimento in Principe di Galles Firenze di Alcantara, il tessuto della collezione Interiors firmata da Giulio Cappellini e Paola Navone per esaltare sportività e raffinatezza della vettura. Più spettacolari invece le installazioni di Range Rover e Mini. La prima è per l’occasione “caduta nella rete": l'artista londinese Benedict Radcliffe infatti ha ricreato tramite una struttura reticolare un modello di Range Rover Evoque a grandezza naturale.

Hanno invece dovuto guardare in alto gli appassionati del mondo Mini: con un'interpretazione unica delle sculture aeree di Alexander Calder la nuova gamma Mini è infatti stata "appesa" al Fuorisalone... per guardare il mondo da un'altra prospettiva. Infine non poteva mancare l’auto made in Italy per eccellenza: la Fiat 500. “Ieri e oggi” è la mostra a lei dedicata, durante la quale è stata esposta la prima Fiat 500 Design Collection, in un’atmosfera interamente ispirata agli anni ’70, quelli della prima 500.

Vista l’attenzione e la cura che le case automobilistiche dedicano alle proprie vetture, soprattutto dal punto di vista del design, non ci sorprenderà vedere in futuro auto sempre più “belle”.

 

TAGS:JAGUAR