In auto col maltempo: i consigli della polizia stradale

Controllate sempre le previsioni metereologiche prima di partire

30 Novembre 2013

L'inverno è arrivato e cominciano già le nevicate, le forti piogge e, in alcuni casi, purtroppo, anche fenomeni atmosferici più violenti e pericolosi. Cosa fare allora se si è alla guida o si ha intenzione di mettersi in viaggio? Il buon senso e l'esperienza, da portare sempre con sé, potrebbero infatti non bastare. Ecco dunque che l'Associazione amici della polizia stradale ha diffuso un pratico vademecum da ripassare attentamente, soprattutto in vista delle vacanze di Natale.

Cosa importantissima da fare sempre, prima di mettersi in viaggio, è informarsi bene sulle condizioni meteorologiche che ci aspettano. E' necessario infatti essere a conoscenza del tempo che troveremo lungo tutto il percorso che abbiamo intenzione di affrontare per essere preparati alle diverse situazioni che incontreremo. Per questo si raccomanda di ascoltare durante la marcia una stazione radio, come Isoradio, che fornisca gli aggiornamenti in tempo reale. Ovviamente, raccomanda l'Asaps, nel caso sia stata diramata un'allerta meteo da parte della Protezione civile o della Polizia stradale è bene non mettersi in viaggio e aspettare che questa venga ritirata. Non è infatti solo un problema personale di sicurezza, ma stando in strada si rischia anche di intralciare i soccorsi.

Nel caso in cui però non si possa proprio fare a meno di partire è necessario stare bene attenti e, nel caso in cui si stiano attraversando zone particolarmente colpite dal maltempo e si abbia la percezione di un possibile rischio, fermarsi e trovare riparo in una zona sicura. Assolutamente da evitare gli incolonnamenti, in particolare se in prossimità di un ponte, di un cavalcavia, di un fiume, di strade con scarpate, di fossi o cascate di acqua. Meglio se ci si ferma in uno spazio aperto. Importantissimo è anche stare lontani dai sottopassaggi. Il rischio è infatti che, non riuscendo a calcolare bene la profondità e il livello dell'acqua, si rimanga sommersi. Altro consiglio riguarda chi si mette in viaggio con anziani o bambini a bordo. E' buona norma portare in auto una riserva di acqua e dei biscotti nel caso in cui si resti bloccati a lungo.

Infine, qualche buon consiglio sempre valido. L'Asaps ricorda che, per esempio, il giubbetto retroriflettente deve essere tenuto nell'abitacolo, dove è facile recuperarlo, e mai nel portabagagli.  In macchina poi è sempre bene tenere una torcia elettrica, una fune di almeno 5 metri e  un cellulare carico, nel caso fosse necessario effettuare chiamate di emergenza.  Il tutto, conclude la polizia stradale, va sempre accompagnato a una velocità di marcia moderata e a una costante attenzione alla guida. Anche in caso di cielo sereno.