Guidare in gravidanza

Tutti i consigli per guidare l'auto anche in dolce attesa

26 Agosto 2012

E' una domanda che tutte le donne in dolce attesa si pongono, prima o poi. Posso guidare l'auto? Ma poi ne sorgono tante altre. E fino a quando? Sono al sicuro? E la Rc auto copre gli eventuali danni per l'intero periodo di gravidanza? Per prima cosa eliminiamo ogni dubbio alle future mamme. Sì, si può tranquillamente guidare la propria auto per tutti i nove mesi e senza limitazioni. L'importante è essere prudenti e avere alcuni piccoli accorgimenti.

Soprattutto nel primo trimestre, per esempio, di solito si soffre di nausee, si possono avvertire sonnolenza e spossatezza. Per questo bisogna mettersi alla guida quando ci si sente bene e fermarsi in caso di eccessiva stanchezza. D'altra parte molte donne sono abituate a usare l'auto per gran parte della giornata, per fare la spesa, per andare al lavoro. E c'è chi è costretto a viaggi di lavoro anche lunghi. In questi casi bisogna sempre sentirsi riposate prima di prendere l'auto.

La questione diventa più semplice quando si parla del secondo trimestre, il periodo migliore per la futura mamma. Anche in questo periodo guidare è possibile ricordando sempre di fare delle pause per non affaticarsi eccessivamente. Il terso trimestre è il più complesso per le "dimensioni" della pancia. Di solito si tende ad allontanare il sedile dal volante allungando le braccia e la posizione diventa scomoda. Ma se ci si sente sicure e in forma, è bene continuare ad essere autonome e a guidare.

C'è poi il problema delle cinture di sicurezza. Sono obbligatorie in gravidanza o addirittura pericolose? Chiariamo anche questo dubbio: le cinture di sicurezza vanno messe, per la sicurezza della mamma e del bambino, e non arrecano nessun danno. Secondo l'art. 172 del Codice della strada , solo le donne in stato di gravidanza con rischi particolari, se in possesso di un certificato medico (da portare sempre con sé in auto) del proprio ginecologo che attesti il pericolo derivante dall’uso delle cinture, sono esonerate dall’uso. Per tutte le altre la cintura deve essere allacciata posizionando la parte diagonale tra il seno e la pancia e la parte orizzontale tra la pancia e le cosce.

Ultima nota riguarda la copertura Rc auto. La stragrande maggioranza delle assicurazioni auto copre l'intero periodo e tutti gli eventuali danni fatti da donne che guidano nel corso della gravidanza. Solo alcune, pochissime, non coprono gli ultimi due mesi di gestazione. Dunque il consiglio è: informarsi e chiamare la propria assicurazione per essere sicuri di avere la copertura Rc auto.