Citroën Creative Awards, da qui uscirà l’applicazione del futuro

Tanti i progetti presentati per scegliere l'app più innovativa e vincere il premio Citroën

24 Marzo 2013

Sono quasi mille i progetti presentati dagli internauti per la terza edizione dei Citroën Creative Awards. Adesso bisogna solo scegliere l’applicazione più innovativa e creativa, che faciliti la vita degli automobilisti di domani. Dall’avvio del concorso, lo scorso 17 dicembre, hanno risposto all’appello oltre 570 candidati di 95 Paesi diversi. In questa edizione si è chiesto di progettare l’applicazione per gli smartphone del futuro, in grado di rivoluzionare il mondo delle automobili e, soprattutto, facilitare la vita agli automobilisti. Ecco alcuni esempi: comunicazione con il veicolo, copilota virtuale, sincronizzazione delle playlist musicali dai social network, sorveglianza dei bambini in auto.

L’obiettivo della Casa francese è quello di mettere alla prova la creatività e di scoprire nuovi talenti. Partendo dal presupposto che gli smartphone fanno sempre più parte del quotidiano, i partecipanti hanno dovuto immaginare un accesso senza limiti a tutte le informazioni di un veicolo e ad altre notizie utili come manutenzione, diagnosi, traffico stradale, punti vendita. Questa la domanda rivolta ai partecipanti: quali applicazioni innovative per smartphone immaginate per semplificare la guida e la vita in auto?

I sette membri della giuria analizzeranno i vari progetti presentati per eleggere i migliori tre. La premiazione è in programma il prossimo il 28 marzo. In palio ci saranno rispettivamente 10.000 euro per il primo classificato, 2.000 euro per il secondo e 1.500 euro per il terzo. Ci sarà anche un vincitore (proclamato il 4 marzo) che sarà nominato dagli internauti, in base ai voti ottenuti tramite internet, e che si porterà a casa 1.500 euro. A comporre la giuria internazionale sono Jean-Marc Tasseto (direttore di Google France), Xavier Degon e Antonin Guy (protagonisti dell’Odissea Elettrica), Liu De (cofondatore e responsabile design della società di telefonia mobile Xiaomi Corp), Luke Peters (caporedattore del magazine T3), Karine Israel (amministratore delegato della società di sviluppo nuove tecnologie Ydreams di San Paolo), Jean-Marc Finot (direttore innovazione PSA Peugeot Citroën) e Arnaud de Lamothe (direttore Marketing Citroën).

Nata 90 anni fa ai piedi della Tour Eiffel, la Citroën vanta oggi 10.000 punti di contatto con i suoi clienti, 11.500 collaboratori, una presenza in 90 Paesi e 1.265.000 veicoli venduti nel 2012. Nel 2010 ha lanciato sul marcato la linea DS, che sta ancora mietendo successi con la Citroën DS3, DS4 e DS5. La Casa francese punta anche sull’abbassamento delle emissioni, attraverso la progettazione di auto elettriche o dotate di tecnologia microibrida e-HDi e “full hybrid”. Un’innovazione adottata pure nei rally, categoria in cui la Citroën ha vinto otto titoli mondiali.