Fare benzina da soli: tutti i passaggi

11 Gennaio 2018

Come fare benzina da soli al self service

L’assicurazione auto non è l’unico costo di cui i guidatori devono tener conto. Il prezzo della benzina, infatti, è sicuramente tra gli elementi che incidono di più sul bilancio degli spostamenti in auto.
Ma quanto carburante consuma la nostra auto? Ci sono diverse variabili che incidono, e che noi abbiamo semplificato nel benzinometro.
Tra alcuni metodi di risparmio sul costo complessivo di un pieno, c’è l’utilizzo dei distributori self service, al posto di quelli serviti. Di contro c’è la minore comodità – stare serenamente seduti in macchina mentre qualcun altro fa benzina al nostro posto – però i vantaggi a lungo termine sono maggiori.
Per non ritrovarsi spaesati davanti ad un distributore self service, qui di seguito diamo alcuni suggerimenti e consigli per fare rifornimento senza problemi, con qualche dritta per rendere più facile l’operazione. Per tutte le informazioni su come ridurre i consumi di carburante, rimandiamo alla nostra guida dedicata.

  1. Prima di tutto è importante verificare da che parte si trova il tappo del serbatoio, per poter sistemare l'auto in modo ottimale. Scegli quindi il lato più comodo in cui il tappo si trova proprio vicino alla pistola che eroga la benzina per evitare di fare strane manovre per allungare il tubo della pompa di benzina.
  2. Controlla che il lato che hai scelto eroghi il carburante di cui hai bisogno. È possibile infatti trovare delle pompe di benzina che erogano solo gasolio o che abbiano terminato la benzina. Per questo motivo, è importante scegliere la colonnina funzionante e il carburante giusto. Di solito i cartelli sono piuttosto chiari, ma anche i colori delle pistole di erogazione aiutano: il verde viene utilizzato per indicare la benzina e il nero per indicare il diesel. Quando ti fermi con l’auto davanti alla pompa, verifica come si apre il tappo del serbatoio. Lo sportellino del serbatoio a volte si apre da dentro l’auto con un’apposita leva, in altre invece si deve usare la chiave oppure no.
  3. Ora dovrai scegliere la cifra che desideri, e se vuoi pagare in contanti oppure con il bancomat. Se scegli di utilizzare il bancomat ricorda di digitare il pin, e lo stesso discorso vale per la carta di credito. Per quanto riguarda le banconote la procedura è facilissima: dopo averle inserite, dovrai selezionare il numero del distributore corrispondente.
    Con il bancomat o la carta è più semplice rispetto alle banconote, specialmente se fai il pieno, perché non dovrai prevedere quanto carburante può contenere il serbatoio: la pompa infatti si bloccherà al riempimento totale.
  4. Ora non ti resta che prendere la pistola erogatrice, inserirla nel serbatoio che hai già provveduto ad aprire in precedenza e spingere la leva fino a raggiungere l’importo desiderato. Se la pistola non dovesse erogare, verifica di aver selezionato il lato corretto: in questo caso nel punto in cui hai inserito i soldi o la carta uscirà una ricevuta che dovrai consegnare al gestore per poter ottenere un rimborso.

Attenzione: è fondamentale, per scongiurare eventuali danni, non posizionarsi in nessun caso in corrispondenza del foro del serbatoio ma piuttosto mettersi lateralmente rispetto a quest’ultimo. Occorre prestare sempre attenzione perché può succedere che ci sia una sorta di reflusso e la benzina/gasolio fuoriesca con un getto repentino, macchiando i tuoi vestiti.

  1. Dopo aver completato il rifornimento, dai un'occhiata al display del distributore per accertarti che l’importo sia stato erogato nel modo corretto. Riponi la pistola erogatrice nel distributore (questa operazione va fatta con attenzione poiché la pistola, se non viene fissata correttamente, può ricadere sull’auto causando danni) e chiudi il tappo. Ora sei pronto per lasciare la stazione di servizio self service e partire per il tuo viaggio in tutta tranquillità.