Valentino Rossi testimonial della Opel Adam

6 Marzo 2013

La Opel ha scelto Valentino Rossi. Il nove volte campione del mondo è il testimonial di Adam, la chic urban car che a poche settimane dal lancio commerciale ha già collezionato oltre 20mila ordini in tutta Europa. Grazie a oltre 61mila varianti disponibili per la carrozzeria e quasi 82mila versioni per gli interni, Adam esprime quella versatilità e quell’energia che caratterizzano anche il campione di Tavullia. «Valentino Rossi rappresenta alla massima potenza lo stile di Adam: scanzonato, giocoso e un po’ irriverente, mai uguale a se stesso», afferma Roberto Matteucci, amministratore delegato di Opel Italia. «Al tempo stesso, però, è estremamente rigoroso, attento, pretende e applica la massima precisione, la stessa dell’ingegneria tedesca che è il cuore delle nostre auto».

L’ultima nata di casa Opel è una tre porte ideale per il traffico cittadino ma adatta anche ai viaggi fuori città, grazie a un telaio e a uno sterzo che garantiscono divertimento e agilità. L’abitacolo di ispirazione premium ospita comodamente quattro persone. A bordo regnano le tecnologie di ultima generazione. Si va dal nuovo sistema di infotainment IntelliLink (disponibile a breve anche con il software di riconoscimento vocale Apple Siri Eyes Free) al Park Assist (un dispositivo che parcheggia automaticamente la vettura). La piccola tedesca offre pure il sistema di rilevazione dell’angolo cieco (Side Blind Spot Alert). «Opel Adam mi ha convinto subito e non solo per le linee, gli accessori, la tecnologia. Trovo davvero divertente la possibilità di poterla personalizzare con mille varianti. Ho provato tante combinazioni diverse. Non so quante siano, ma di sicuro abbastanza da potersi togliere qualche soddisfazione», commenta Valentino Rossi. Adam si distingue nel segmento A lifestyle per il suo aspetto originale, piuttosto muscolare, e per le sue proporzioni nette e grintose. Punta su lineamenti simpatici, frutto del mix fra gli attuali canoni stilistici del marchio e la loro evoluzione, ma anche su interpretazioni che richiamano alla mente la Fiat 500. «La scelta di Valentino Rossi per Adam rappresenta un segnale ben preciso della nostra volontà e del nostro impegno nel ridisegnare una nuova personalità per le nostre auto, nel cambiarne il passo lavorando sullo stile e l’immagine, ma tenendo al centro la precisione ingegneristica tedesca, che è la da sempre la cifra vincente della marca», sottolinea Matteucci. Il binomio Adam e Vale sarà protagonista di una campagna di comunicazione integrata che utilizzerà tutti i media, sia tradizionali che digitali.