Come risparmiare sulla bolletta elettrica

Alcuni consigli che vi eviteranno cattive sorprese sulle bollette dell'elettricità

30 Gennaio 2014

È ormai un classico: con l’inizio dell’anno nuovo, aumentano anche le bollette, specie quelle della luce. Purtroppo non basta scegliere l’offerta migliore sulla piazza, se non si cambiano radicalmente le proprie abitudini. Spesso infatti basta un elettrodomestico o una piccola disattenzione per far lievitare il costo dei consumi di elettricità. Eccovi allora alcuni consigli e accorgimenti che vi aiuteranno ad evitare cattive sorprese sulle bollette (guarda la video guida sul risparmio energetico).

  • La prima cosa da fare se si vuole risparmiare sulla bolletta della luce è, se possibile, quella di rimpiazzare i vecchi elettrodomestici con apparecchi nuovi, con una migliore classe energetica, che dunque permetterà di consumare meno corrente a parità di tempo e modalità di funzionamento. È consigliabile però constatare il loro consumo, la loro efficienza: per farlo, basterà confrontare tra loro le etichette energetiche esposte per legge. Si consiglia di scegliere dei modelli di classe A o superiore, come A+, A++ e A+++, i quali garantiscono ottime prestazioni con pochi kilowatt consumati.
  • Oltre a sostituire gli elettrodomestici, è bene usarli in maniera intelligente per risparmiare corrente. Fare la lavatrice la sera e sempre a pieno carico e a basse temperature, spegnere frigo e congelatore se si deve stare fuori casa per tanto tempo, cercare di fare i lavori domestici durante il giorno per sfruttare la luce naturale, usare stufe e termosifoni a gas invece che quelli con la resistenza elettrica. Stessa cosa per il forno elettrico. Per risparmiare energia, è bene abbassare il termostato del frigo d’inverno e alzarlo d’estate.
  • Un altro trucco per consumare meno energia è quello di spegnere la luce quando non la si utilizza. Sarà un consiglio ovvio, ma molta gente accende la luce in pieno giorno, per abitudine, favorendo l’aumento della bolletta. Sostituendo le lampadine ad incandescenza con quelle a basso consumo, inoltre, si può risparmiare luce in maniera notevole.
  • Altro inghippo per chi vuole avere bollette energetiche meno salate è mantenere gli elettrodomestici in stand-by. Meglio spegnere gli elettrodomestici invece che mantenerli in questa modalità, in quanto è solo uno spreco di elettricità.
  • Inoltre, per eliminare gli sprechi è bene accantonare gli elettrodomestici non indispensabili, come bollitori elettrici, o altri apparecchi come i telefoni cordless e le radiosveglie, i quali hanno una alimentazione costante.
  • Punto importante: staccare sempre i caricabatterie dei cellulari e gli alimentatori dei pc portatili una volta finita la ricarica, in quanto consumerà lo stesso energia. Più grande è il caricatore, maggiore è la potenza.
  • Altro suggerimento che viene sempre trascurato: meglio staccare il modem quando non lo si utilizza. La ragione è sempre legata allo stand-by, in quanto il consumo di questo particolare strumento  è particolarmente elevato. Stessa cosa per impianti stereo, stampanti e macchine per caffè.