Come si calcola il consumo di energia elettrica

Per risparmiare sull'elettricità è utile calcolare il consumo di energia

8 Maggio 2013

Spesso ci lamentiamo di una bolletta della luce troppo cara. Cerchiamo di leggere i fogli con i dettagli dei consumi, ma alcune voci non ci sembrano chiari. Ma come si calcola il consumo di energia elettrica? Se riusciamo a capirlo, possiamo risparmiare energia e avere una riduzione del costo della luce sulla bolletta. Imparare il calcolo del consumo di energia elettrica, infatti, è fondamentale per capire tutto quello che è scritto sulla bolletta e sul contatore. Ma ci servirà anche, nel libero mercato, a valutare tutte le possibili offerte di energia elettrica e magari, a cambiare operatore sottoscrivendo un nuovo contratto e quindi  risparmiare sull'uso quotidiano degli elettrodomestici.

Per non parlare del fatto che, saper calcolare quanti kWh si consumano, ci aiuterà ad evitare possibili fregature, evitare errori nel dettaglio della bolletta, ma soprattutto ci farà rendere conto del reale consumo. Quindi, possiamo imparare a risparmiare stando attenti agli sprechi inutili. Sono proprio alcuni piccoli accorgimenti nell'uso degli elettrodomestici che ci fanno risparmiare gran parte dell'energia elettrica. Un primo utile consiglio è quello, se possibile, di riuscire a calcolare il consumo giornaliero di energia elettrica. Questo servirà, poi, a fare una stima complessiva dei consumi familiari. Poi, come detto, va letta in modo corretto la bolletta della luce e analizzarla a fondo. Per farlo bisogna individuare, all'interno della bolletta, tutta la parte del dettaglio in cui vengono riepilogate le letture eseguite sul contatore e il consumo eseguito in un determinato periodo.

Come si trova il consumo giornaliero? Basterà dividere il consumo per il numero di giorni indicati nel periodo di lettura, che normalmente fa riferimento al bimestre precedente. E' da questo dato che potete iniziare a tagliare i costi dell'energia elettrica. Da qui, infatti, si può programmare una riduzione dei consumi e, con la bolletta successiva, verificare se effettivamente il calo del consumo di elettricità c'è stato. Un altro metodo è quello di valutare il passaggio al mercato libero dell'energia. Si possono valutare le migliori offerte e tariffe e capire quale è più adatta alle proprie esigenze.