Carburante sbagliato? Ecco cosa fare

4 Gennaio 2013

Fare carburante è un’operazione ormai di routine ma proprio per questo spesso non si presta la necessaria attenzione, rischiando di sbagliare e andando incontro a conseguenze gravi per la propria automobile. Soprattutto le donne cercando di utilizzare il meno possibile il self service, preferendo farsi aiutare dal benzinaio ma, in ogni caso, c’è sempre il rischio che possa avvenire un errore. Se ci si accorge che nell’auto è stato effettuato il rifornimento con un carburante sbagliato, la prima cosa da fare è chiarire di chi è la responsabilità.

Nel caso in cui sia stato il benzinaio ad aver inserito erroneamente diesel al posto della benzina o viceversa quando il tappo del serbatoio riporta esplicitamente la tipologia di carburante accettata dall'auto, è possibile fare causa al gestore dell'impianto. Il benzinaio ha infatti il dovere, prima di rifornire l'auto, di accertarsi che il prodotto che sta erogando sia adatto. La seconda cosa da fare è cercare di limitare il più possibile i danni. Sbagliare carburante può costare molto caro alla vita e al motore della nostra auto! Il danno, però, varia a seconda dei casi: se è stata introdotta benzina in un’auto con propulsore diesel e se la benzina è entrata in piccole quantità, può essere sufficiente effettuare un pieno di gasolio e un altro successivamente dopo aver consumato metà serbatoio. Se invece la benzina è stata introdotta in quantità maggiori il serbatoio deve essere svuotato e pulito, effettuando anche dei controlli sul motore e sui suoi componenti. Ciò che non bisogna assolutamente fare è mettere in moto l’auto. E’ bene, invece, chiamare un carro attrezzi che possa trainare l'auto in un’officina. Se invece è stato introdotto diesel in un propulsore benzina il danno è sicuramente più grave, tanto che nelle auto più recenti a benzina la pistola del diesel non entra nemmeno nel bocchettone. In questo caso sarà necessario aspirare tutto il gasolio dal serbatoio. Anche in questa situazione sarà bene chiamare un carro attrezzi e far trainare l'auto in officina chiedendo di controllare i filtri, i pistoni e le valvole che in caso di accensione e movimento dell'auto potrebbero addirittura essersi piegate.