Area C, arriva anche il limite di 30 km/h

17 Settembre 2012

Da oggi riparte l'Area C nel centro di Milano. Sono state quindi riaccese le telecamere all'interno della cerchia dei bastioni e ritorna il pagamento del ticket di 5 euro. Con una differenza rispetto al passato provvedimento: il giovedì gli apparecchi saranno spenti alle 18 invece che alle 19.30, in modo da dare spazio all’iniziativa dei Giovedì di Milano, caratterizzato da eventi culturali. Ma c'è un'altra novità che non tutti conoscono: il Comune di Milano ha intenzione di ridurre a 30 chilometri orari la velocità massima per le auto nel centro storico e in altre zone della città entro il 2013. Una doppia rivoluzione quindi dal punto di vista viabilistico: limite di velocità di 30 chilometri orari e ripristino del pagamento del ticket per entrare in centro.

L'obiettivo del Comune è quello di ridurre il traffico in città, l'inquinamento atmosferico e acustico garantendo al tempo stesso maggiore sicurezza per ciclisti e pedoni. Non a caso, secondo il progetto, in molte aree i marciapiedi saranno allargati a "discapito" delle strade per dare spazio al "passeggio". Numerose le zone interessate al limite di velocità: via Melzo, il quartiere Figino, piazza Dergano, alcune parti di Baggio, il Villaggio dei Fiori in zona Lorenteggio, Damiano Chiesa, le strade vicine a piazzale Accursio, via Muratori, parte del quartiere Isola, le vie vicine a piazza Frattini e la via Paruta. La sperimentazione per limitare la velocità dei veicoli partirà all'interno dell'Area C e procederà per fasi, in tutto tre. Le prime due zone ad essere prese in esame sono la città romana, fra piazza Cordusio e la basilica di San’Ambrogio, e la zona che va da via Torino a corso Italia e fino alla circonvallazione interna. Infine si procederà con la sperimentazione in tutte le altre zone.