Targa Florio: l’epoca torna a vivere

La corsa d'auto più antica del mondo torna a rivivere in Sicilia dal 09 al 13 Ottobre

1 Giugno 2013

La corsa d’auto più antica del mondo torna oggi a rivivere e far sognare ancora.Voluta e fortemente valorizzata da Vincenzo Florio, la Targa Florio viene oggi nuovamente presentata tramite una rievocazione storica dal nome Targa Florio Classic, progetto dell’Automobile Club Palermo, proprietario del marchio, che si terrà in Sicilia dal 9 al 13 ottobre.

Con la partenza a Palermo, la gara di regolarità classica si terrà sul famoso Circuito delle Madonie e sarà motivo di rilancio di un importante e glorioso marchio. L’edizione 2013 ha già avuto le sue presentazioni nella sede nazionale dell’Aci da parte del Presidente Angelo Sticchi Damiani, del presidente di Mac Group (che curerà l’organizzazione dell’evento) Sandro Binelli e del commissario straordinario dell’Aci di Palermo Giancarlo Teresi.

La gara, oltre ad essere da più di un secolo un momento rilevante per il mondo automobilistico, diventa oggi anche un tuffo nel passato e una grande kermesse di cultura e arte. I primi giorni di gara comprenderanno le prove di regolarità lungo le strade di Cefalù, del Parco dei Nebrodi, dell’Etna, di Catania, della Valle dei Templi e di Agrigento. La giornata conclusiva sarà interamente dedicata al Circuito delle Madonie, percorso importante le cui curve sono state protagoniste della gara di velocità fin dalla prima edizione del 1906.

La manifestazione è riservata alle auto d’epoca costruite dal 1906 al 1977. Saranno presenti le più importanti case automobilistiche compresa la Porsche AG che ha scelto Targa Florio Classic per la celebrazione del 50° anniversario della leggendaria 911. Gijs Van Lennep tornerà sul circuito delle Madonie quarant’anni dopo il suo trionfo assieme all’altro storico pilota della scuderia Porsche Gérard Larrousse. Confermato anche il Ferrari Tribute to Targa Florio, una sfida di regolarità che precede la gara e che vedrà protagoniste Ferrari costruite dal 1948 ai giorni nostri.

Una grande rivisitazione che accoglie, però, anche delle novità come, per esempio, il lancio del Comitato d’Onore “I Love Targa Florio”: un progetto di rilancio per far vivere Targa Florio tutto l’anno e promuovere la cultura e il territorio siciliano nel mondo con progetti sociali e di charity. Un evento che tocca, dunque, tanti aspetti legati alla cultura e alla volontà di ritrovare le emozioni nate in un’epoca passata.