Rolls-Royce contro la crisi

La lussuosa casa inglese avrebbe incrementato del 171% rispetto al 2009 le vendite

20 Gennaio 2011

Nonostante la crisi abbia investito il mondo dell’auto, l’anno si chiude positivamente per il marchio Rolls-Royce: la casa produttrice di Goodwood - stando ai dati comunicati - avrebbe incrementato del 171% rispetto al 2009 le vendite delle sue lussuossissime auto.

Con 2.711 auto vendute nel 2010 il noto marchio inglese detiene oggi il primato della vendite di modelli di lusso, con significative crescite su tutti i mercati, in particolare Asia Pacifica, Stati Uniti e Medio Oriente.

Al grande successo ha sicuramente contribuito l’ultimo modello arrivato in Casa Rolls-Royce, la Ghost, un’auto che ha portato alla fabbrica inglese nuovi clienti; si dichiara infatti che l'80% i compratori di una Ghost possedeva un’auto di un’altra marca.

Anche altri modelli hanno “affascinato” gli acquirenti: Phantom a quattro (Phantom e Phantom Extended Wheelbase) e due porte (Phantom Drophead Coupé e Phantom Coupé) hanno infatti contribuito in maniera rilevante al successo di vendite.

A questi ottimi risultati contribuisce anche il tradizionale programma "Bespoke", un servizio che prevede la realizzazione “su misura” dell’auto, rispondendo ai gusti e richieste (anche le più particolari) dei clienti Rolls Royce.

Se quindi il segmento delle utilitarie riversa nella crisi, il settore dell’auto di lusso non sembrerebbe essere sfiorato da questo pericolo: a quanto preannunciano i dirigenti Rolls-Royce, infatti, il 2011 sarà ancora più “roseo”sotto il profilo vendite.