Risparmiare sulla bolletta della luce

Ottimizzare il consumo di luce e gas per ridurre il costo della bolletta

12 Maggio 2013

Come sappiamo la notte tra il 30 e il 31 marzo scorsi gli orologi sono stati spostati un'ora avanti. L'ora legale ci accompagnerà fino a alla fine di ottobre, e ci permetterà da un lato di risparmiare energia elettrica, dall'altro di godere di più luce durante il giorno. In realtà, ottimizzare il consumo di energia elettrica e di gas è qualcosa che dovremmo fare per tutto l'anno. Il vantaggio più immediato di un comportamento intelligente è la riduzione del costo delle bollette, ma anche il rispetto dell'ambiente. Come? Mce, la manifestazione internazionale rivolta ai settori dell'impiantistica civile e industriale, ha creato una lista di piccoli accorgimenti che possono garantire un taglio ai costi della luce.

CONDIZIONATORI E POMPE DI CALORE - In estate bisogna "convertirsi" ai condizionatori ad alta efficienza, per risparmiare. In alternativa conviene usare i climatizzatori a pompa di calore per tutte le stagioni dell'anno. Le pompe di calore permettono di avere un risparmio di energia che va dal 40% al 60%. Certo è che ormai il condizionatore non è più un lusso, e tutti possono permetterselo. Si stima che tra qualche anno, tutte la case saranno ne saranno dotate, al pari dei caloriferi. I più ecologici, tra i condizionatori attualmente presenti sul mercato, ci sono quelli che usano la tecnologia inverter. Si tratta di un meccanismo che adatta la velocità del motore al reale fabbisogno di caldo o di freddo nell’ambiente. Questo meccanismo permette di abbattere i consumi e dunque di far risparmiare sulla bolletta finale. Si parla di un risparmio intorno al 30%. La stessa percentuale si può risparmiare comprando un condizionatore di efficienza energetica classe A rispetto a uno di classe C.

LE VALVOLE TERMOSTATICHE - Sono dispositivi che si installano sui caloriferi e permettono di regolare il consumo di acqua calda per il riscaldamento. Le valvole consentono inoltre di regolare in ogni stanza la temperatura ideale, risparmiando circa il 10%-15% nelle spese di riscaldamento.

RISPARMIARE ELETTRICITA'PER PRODURRE ACQUA CALDA - Non tutti ci fanno caso, ma bisogna stare molto attenti all'uso dell'acqua calda per risparmiare. Nei casi in cui si utilizzi uno scaldabagno, infatti, l'uso corretto dell'acqua calda si trasforma in risparmio di energia elettrica. Il primo consiglio, in questo senso, è quello di usare lo scaldacqua a pompa di calore sostituendo i vecchi scaldabagni elettrici o a gas. Gli scaldacqua riscaldano producendo acqua calda sanitaria e utilizzano pochissima energia elettrica. Si arriva, attraverso questi dispositivi, ad un risparmio del 75% rispetto ai sistemi tradizionali.