Rc auto, al via l'obbligo di tre preventivi

Il Decreto Liberalizzazioni prevede la presentazione di tre offerte assicurative

29 Luglio 2012

Tre diversi preventivi da parte delle compagnie di assicurazione per gli automobilisti. Prende il via, secondo la recente legge sulle Liberalizzazioni, l'obbligo per le compagnie di offrire ai clienti almeno tre possibilità di scelta tra Rc auto concorrenti. Dunque, un passo importante per avere una maggiore concorrenza e più scelta. L'intero schema di regolamento della nuova norma è pubblicato sul sito dell'Isvap. Ma vediamo alcuni punti salienti.

Il decreto, approvato a fine marzo, prevede l'obbligo per le assicurazioni di offrire la possibilità di scelta per l'automobilista che deve fare la Rc auto. Devono essere presentati almeno tre preventivi in base caratteristiche personali del cliente. Solo dopo la scelta potrà essere stipulato un contratto. La novità sta tutta nelle dinamiche concorrenziali. La nuova legge mira infatti a stimolare le opzioni tra operatori, anche se la scelta può danneggiare la compagnia rappresentata dall'intermediario assicurativo che propone la Rc auto.

Le assicurazioni saranno anche obbligate a offrire informazioni contrattuali e sulle caratteristiche del premio, per favorire una più vasta trasparenza. Il che vuol dire che se ci sono RC auto più convenienti di altri gruppi, l'agente dovrà proporle lo stesso. Un problema non da poco che farà nascere non poche polemiche, visto che l'intermediario dovrà favorire altre Compagnie assicurative che lui non rappresenta.

Per la scelta dei preventivi da fornire al cliente gli intermediari dovranno inoltre rispettare alcune regole: diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità. E su questo vigilerà l'Autorità competente. Non solo. Per la comparazione delle tariffe assicurative si potranno utilizzare i sistemi disponibili sui siti internet dei comparatori online, come Chiarezza.it, sul sito dell'Isvap, su quello del Ministero dello sviluppo economico.