Patente: dal 19 Gennaio nuove regole

Nuove categorie, più sicurezza ed un microchip nella patente

17 Gennaio 2013

L'Unione Europea rivoluziona la patente. Tutto cambia per quel che riguarda la licenza di guida, a partire da sabato 19 gennaio. Un nuovo documento che avrà maggiori caratteristiche di sicurezza e potrà contenere anche un microchip. I cambiamenti sono due in particolare: nuove categorie di patenti e nuove norme per ottenerle (per esempio gli esami di idoneità e i requisiti psicofisici per averla). Per passare, infatti, da una sottocategoria a quella superiore occorrerà sempre un esame. Non basterà più aver maturato l'età.

Le nuove categorie di patenti saranno 15: AM (che sostituisce il vecchio Certificato di idoneità alla guida, il vecchio patentino), A1, A2, A, B1, B, BE, C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D, DE. Per poter possedere le patenti C1, C, D1, D bisogna essere già titolari della patente B. Le patenti BE, C1E, CE, D1E o DE possono essere ottenute sole se già si possiedono quelle di categoria B, C1, C, D1 o D.Ma la rivoluzione riguarda anche il modo in cui si ottiene la patente. Non saranno più le scuole ad occuparsi dei corsi per ottenere il patentino. E quando il conducente cambierà residenza o la patente scadrà, non verrà più inviato a casa il tagliando adesivi da incollare sulla patente, ma il documento dovrà essere rifatto. 

Molto più numerosi saranno gli illeciti penali previsti. Dunque, attenzione alle multe. Chi sarà sorpreso a guidare senza le giuste autorizzazioni, è prevista la sospensione della patente e una sanzione amministrativa (dai mille ai 4mila euro).Per la patente AM (età minima per il conseguimento è 14 anni) gli esami diventano uguali a quelli per il conseguimento della la patente A. Anche nella categoria AM, dal 19 gennaio, diventa applicabile le decurtazioni dei punti. Nuova patente è la B1, che si può prendere a 16 anni e che permette di guidare quadricicli non leggeri ma di potenza fino a 15 kW. Debutto, infine, per le patenti C1 e D1. In realtà sono simili alle attuali C e D (che si prendono a 18 e 21 anni) e cioè abilitano la guida fino a una massa massima fino a 7.500 kg.