Neos Park, la sosta a pagamento comoda ed ecologica

Il nuovo sistema di pagamento del parcheggio elettronico comodo e veloce

16 Marzo 2013

Si espone sul cruscotto e per attivarlo bisogna solo premere un pulsante. Neos Park è il nuovo sistema di pagamento del parcheggio lanciato da Neos Tech. Si tratta di un dispositivo elettronico che viene attivato manualmente a inizio sosta e spento al ritorno in auto. Grazie a questo sistema è possibile sostare nelle zone a strisce blu, pagando la tariffa comodamente dalla propria auto e scongiurando il rischio di multe. I vantaggi sono evidenti: primo fra tutti, non dover impazzire alla ricerca dei parcometri, posti sempre negli angoli più lontani da dove si è parcheggiato, e delle monetine da inserirvi.

L’utilizzo di Neos Park è semplice e intuitivo. Il dispositivo elettronico viene posizionato sul cruscotto e attivato all’inizio della sosta tramite un tasto di avvio: non sarà quindi più necessario uscire dall’auto in cerca delle colonnine presso le quali pagare la cifra dovuta. Una volta attivato il dispositivo e selezionata la zona tariffaria in cui ci si trova, non ci sarà bisogno di pensare ad altro. Neos Park gestisce la sosta in modo autonomo, dispone di una memoria in cui sono registrate tutte le tariffe delle diverse aree della città, andando addirittura in standby automaticamente se in alcune fasce orarie è prevista una sospensione del pagamento. Questo parcometro portatile permette di risparmiare sull’importo del parcheggio, consentendo di pagare solo gli effettivi minuti di sosta. Non sarà più necessario prevedere in anticipo il tempo di sosta, perché Neos Park rimane attivo fino a che non viene spento al ritorno in auto. Il dispositivo permette inoltre di andare in debito fino a quattro euro: in questo modo, anche se il credito dovesse finire durante la sosta, non si rischia comunque la multa. Il credito di Neos Park non ha scadenza e non prevede alcun tipo di contratto: l’utilizzo è “al portatore”. Il dispositivo è funzionante fin dal momento dell’acquisto, non solo nella propria città, ma in tutte quelle che fanno parte del circuito.

Il sistema è senz’altro comodo: basta prepagare la sosta proprio come ormai si fa con le ricariche telefoniche, scegliendo l’importo desiderato, da cinque a 50 euro, pagando in contanti, bancomat o carta di credito (senza scadenza e costi aggiuntivi). Dopo aver parcheggiato, bisogna solo far partire il timer ed esporre la macchinetta, grossa più o meno come un telepass, in modo ben visibile sul cruscotto.

Tra le varie caratteristiche che rendono Neos Park uno strumento innovativo, c’è anche il contribuito alla riduzione degli sprechi di carta che derivano dall’utilizzo di tagliandi e ricevute per il parcheggio. La digitalizzazione del pagamento permette infatti di evitare l’impiego dei voucher cartacei che durano giusto per il tempo della sosta, per poi essere cestinati senza poter essere riutilizzati. Si calcola che, grazie all’utilizzo di Neos Park, non siano stati stampati circa 1.600.000 tagliandi di sosta. Se fossero messi uno accanto all’altro, corrisponderebbero a circa 120 km di carta risparmiata, pari al tragitto Torino-Milano.

Neos Park si può acquistare e ricaricare presso tutti i Neos Park Point: tabaccherie, bar, negozi di informatica, benzinai e numerosi altri punti vendita e punti ricarica autorizzati. È in vendita al prezzo di 30,15 euro. Sono inoltre in vigore diverse promozioni, che variano in base ai Comuni.