Il finanziamento si richiede alle Poste

Tutte le tipologie di finanziamenti e prestiti che è possibile richiedere alle Poste

6 Giugno 2013

Non solo le banche. Anche le poste erogano prestiti finanziari pensati per soddisfare le esigenze degli italiani. Sono diverse le opportunità offerte. Prestito BancoPosta è il finanziamento dedicato ai titolari di un conto BancoPosta. Si può richiedere un importo compreso tra 1.500 e 30.000 euro, con una durata che va da 12 a 84 mesi. L’erogazione e il rimborso avvengono rispettivamente tramite accredito e addebito sul conto del richiedente. Le condizioni economiche applicate sono differenziate in base all’importo richiesto dal cliente: fino a 10.000 euro e oltre i 10.000 euro. Come riporta il sito di Poste Italiane, per un prestito di 5.000 euro da rimborsare in 48 rate mensili, il Tan è del 10,95% e il Taeg dell’11,65%. Per un prestito di 16.000 euro (72 rate), Tan e Taeg scendono a 9,95% e 10,52%.

Prontissimo BancoPosta è un finanziamento di importo più basso (da 1.750 a 10.000 euro, con una durata che va da 24 a 72 mesi) che però può essere richiesto da tutti, anche da chi non è titolare di un conto BancoPosta o un altro conto bancario. L’esito della richiesta di finanziamento è immediato e la somma erogata è disponibile in pochi giorni. L’erogazione avviene tramite bonifico in ufficio postale o accredito su conto BancoPosta, mentre per il rimborso si ricorre ai bollettini postali o agli addebiti su conto corrente. Nessuna spesa aggiuntiva. Per richiedere Prontissimo BancoPosta basta andare nell’ufficio postale abilitato più vicino a te con un documento d'identità, la tessera sanitaria ed un documento di reddito. Il Tan e il Taeg di un prestito di 5.000 euro, da restituire in 60 mesi, ad esempio, sono rispettivamente dell’11,90% e del 12,76%. In questo caso la rata mensile ammonterebbe a 110,96 euro.

Quinto BancoPosta è invece un finanziamento dedicato ai dipendenti e ai pensionati pubblici, disponibile anche a chi non possiede un conto corrente alla posta o in un altro istituto bancario. È erogabile anche se si hanno finanziamenti in corso o difficoltà di accesso ad altre forme di credito. Il rimborso avviene tramite una trattenuta massima di un quinto dello stipendio o della pensione. L’importo finanziabile dipende quindi da quanto di percepisce. La durata del prestito va da 36 a 120 mesi ed è obbligatoria per legge un’assicurazione sulla vita, garantita dal Fondo Inpdap.

Oltre a questi pacchetti, i correntisti BancoPosta online possono risparmiare tempo e denaro, richiedendo un prestito comodamente da casa. Basta entrare in BancoPosta online e nella sezione Finanziamenti cliccare su Prestito BancoPosta online. Dopo aver scaricato e preso visione dei documenti informativi del Prestito, bisogna compilare la richiesta con i propri dati personali. Stampare il modulo, firmarlo e inviare la copia insieme ai documenti richiesti al seguente indirizzo: Centro Processing BancoPosta Prestiti On Line - Via S. Brigida, 10 80132 Napoli. L’importo va da 1.500 a 20.000 euro e la durata da 12 a 84 mesi. Il tasso è fisso. Per un finanziamento di 9.000 euro da restituire in 60 rate, ad esempio, il Tan è dell’8,50% e il Taeg dell’8,95%.

C’è poi SpecialCash PostePay, il prestito personale per tutti i titolari di PostePay che prevede l’accredito dell’importo richiesto direttamente sulla carta PostePay. Gli importi richiedibili sono di 750, 1.000 e 1.500 euro, con una durata rispettivamente di 15, 20 e 24 mesi. Il rimborso, però, avviene con addebito su conto corrente o bollettino postale. Il costo totale del credito, oltre alla commissione fissa mensile per l’erogazione (equivalente allo 0,60% dell’importo totale del credito), moltiplicata per il numero delle rate, comprende l’imposta di bollo applicata al contratto di 14,62 euro, da corrispondere unitamente alla prima rata, e l’imposta di bollo di 1,81 euro su ogni invio di comunicazioni periodiche.