Guida accompagnata a 17 anni

Per permettere ai giovani di esercitarsi alla guida prima dell’esame

19 Aprile 2012

Dal 23 Aprile in Italia sarà possibile mettersi al volante a 17 anni accompagnati da un adulto e dopo aver ottenuto una speciale licenza. Questo per permettere ai giovani di esercitarsi alla guida prima di sostenere l’esame di guida.

Per ottenere la licenza deve essere chiesta specifica autorizzazione alla motorizzazione da parte di un adulto, la pratica avrà un costo di circa 40 €. Questo permesso “speciale” sarà concesso a tutti i ragazzi già in possesso della patente A1, valida per i motocicli e quadri cicli di cilindrata superiore ai 50cm3. Altro requisito indispensabile per il giovane che intende esercitarsi alla guida è quello di aver frequentato 10 ore di lezioni di scuola guida con un istruttore qualificato.

Ma non è finita qui…queste 10 ore dovranno essere suddivise in questa maniera: 4 ore in autostrada o in strade extraurbane, 3 nel traffico con parcheggi, partenze in salita ed inversioni di marcia e ben 2 di notte.

Anche l’accompagnatore però dovrà avere dei requisiti specifici: essere in possesso della patente B da almeno 10 anni e non avere più di 60 anni. Inoltre, non deve aver ricevuto sospensioni della patente negli ultimi 5 anni. Durante le “prove di guida” non potrà esserci nessun altro in auto, oltre che al ragazzo e all’accompagnatore e sarà obbligatorio esporre il cartello GA che sta per guida accompagnata.

Naturalmente il giovane durante le esercitazioni non dovrà commettere infrazioni, pena la perdita del diritto alla guida accompagnata.