Farmaci in auto, come portarli?

Attenzione alle alte temperature dell'auto che possono deteriorare i farmaci

11 Giugno 2013

Costumi, scarpe, borse, teli da mare, biciclette. In vacanze, d'estate, si porta di tutto e le valigie sono spesso stracolme di oggetti utili per il meritato relax dopo lo stress da lavoro. Un'altissima percentuale di italiani, poi, non dimentica mai di portare i farmaci. Ansioni e non, tutti pensano che andare in vacanza con qualche precauzione sia meglio. E quindi una piccola parte della valigia, sempre, è occupata da medicini utili in caso di febbre, mal di testa, mal di denti, raffreddore. Ma attenzione, perché i farmaci, dalle pillole agli sciroppi, devono essere trasportati con cura se si decide di fare un viaggio in auto sotto il sole estivo, specie se si fanno molti chilometri.

Che cosa danneggia i farmaci? Oltre alle alte temperature che l'auto raggiunge nei mesi estivi, anche il cambio repentino di temperatura e la luce. Il primo e più utile consiglio per gli automobilisti, quindi, è quello di non mettere i medicinali per le vacanze in valigia. E' un errore che può portare al deterioramento del farmaco stesso. E' stato il dipartimento per l’assistenza farmaceutica delle Asl che ha diffuso alcuni utili consigli  per aiutare a conservare correttamente i farmaci. Questo perché solo in questo modo viene garantita l'efficacia del farmaco. E' bene ricordare che un farmaco deve essere utilizzato entro la data di scadenza e deve essere ben conservato. Quando si viaggia in auto, questo secondo punto diventa davvero importante, pena l'inutilità e l'inefficacia della medicina. Un farmaco è conservato in modo adeguato solo se viene tenuto lontano da fonti di calore, a temperature troppo alte. E' vietato, inoltre, tenere i farmaci alla luce solare o in posti umidi perché risulteranno inutilizzabili. Bisogna ricordarsi inoltre che alcuni farmaci vanno tenuti solo in frigorifero. Il mancato rispetto di queste regole basilari può deteriorare il farmaco e portare, oltre all'inefficacia, anche alla formazione di sostanze tossiche per l'uomo.

Ma veniamo al punto che ci interessa di più. Come comportarsi quando si portano medicinali in un lungo viaggio estivo? Come detto, non vanno mai messi in valigia. E' preferibile portarli in una borsa a parte e non lasciarli comunque nell'abitacolo per troppo tempo, perché gli sbalzi di temperatura (caldo-aria condizionata) li deteriorano. Meglio, quando si fa una sosta, portare con sé un piccolo bagaglio a mano con dentro i farmaci. E' preferibile usare contenitori specifici, fatti a posta per trasporto di farmaci. Contenitori di altri tipi potrebbero surriscaldarsi. Bisogna, in generale, seguire una regola su tutte: se i medicinali vengono esposti a una temperatura superiore ai 25 gradi per breve tempo (massimo due giorni) resteranno integri. Un tempo più lungo, invece, li deteriorerà sicuramente.