Auto, controllare le gomme? Un’abitudine mensile

Viaggiare in auto con penumatici usurati è un pericolo per la sicurezza stradale

4 Ottobre 2013

Gli pneumatici vanno controllati, sempre. O quantomeno molto più spesso di quanto si pensi. Questo perché non sempre i viaggi in auto e la sicurezza stradale vanno d'accordo. Anzi. Solo nello scorso mese di giugno, su un totale di sette mila controlli fatti dalla Polizia Stradale, bel il 12% degli automobilisti viaggiava con gomme troppo consumate, danneggiate o non omologate. Un rischio troppo grosso per la sicurezza stradale e per l'incolumità degli automobilisti stessi e degli altri. In troppi, ancora, in vista di un viaggio, ma anche semplicemente per circolare in città, non fanno controllare attentamente i pneumatici.

Anche perché, per circolare in modo tranquillo e senza rischi, basta davvero poco. Ci si impiega meno di un'ora e molto spesso non c'è bisogno di mettere mano al portafogli. Molti gommisti infatti non chiedono nulla per i controlli base sulla sicurezza dei pneumatici, come pressione, usura, controllo di eventuali danni.  Ecco quindi alcuni consigli utili riguardo al controllo delle gomme, in modo da viaggiare sicuri, in città o in autostrada. Innanzi tutto occorre far vedere i pneumatici quando si tiene l'auto ferma per un lungo periodo. In questo caso infatti il gommista troverà facilmente pneumatici screpolati o deformati e vi consiglierà di cambiarli. Se, invece, avete urtato violentemente contro un marciapiede, occorre rivolgersi al più presto ad un gommista perché c'è il grosso rischio che lo pneumatico scoppi.

Un'altra verifica da fare periodicamente è quella sullo spessore. Il Codice della strada impone uno spessore minimo del battistrada di 1,6 millimetri. Per evitare multe il limite va rispettato alla perfezione. Non è difficile verificare questo parametro da soli. Ma se siete in difficoltà è meglio rivolgersi ad un gommista di fiducia. E poi, altro aspetto importante e spesso sottovalutato è la pressione delle gomme. Perché è così fondamentale? Innanzi tutto per la messa in sicurezza dell'auto, ma anche perché la pressione troppo bassa dei pneumatici incide sui consumi di carburante e sull'usura del battistrada, oltre che sulla tenuta di strada e sulla stabilità dell'auto. La pressione delle gomme, quindi, va verificata almeno ogni mese.

Non fatelo mai, però, dopo aver percorso troppa strada, ma a gomme fredde. Solo così si può avere un valore reale e corretto. Infine le gomme invernali. Per ora lasciatele a casa, perché vanno usate solo quando fa freddo. Si vedono troppo spesso circolare auto con pneumatici fuori stagione. Le gomme invernali, con il caldo, aumentano gli spazi di frenata e peggiorano la tenuta di strada.