Assicurazione temporanea: è davvero conveniente?

24 Ottobre 2017

Questa tipologia di copertura assicurativa è pensata principalmente per chi utilizza il proprio veicolo solo in determinati periodi dell’anno. Ma è davvero conveniente?
L’assicurazione temporanea molto spesso non ci garantisce il risparmio che tutti cerchiamo quando si parla di assicurazione. Infatti, può costare fino al 30% in più rispetto alla polizza RC auto annuale. Due sono gli aspetti principali di questi costi più sostenuti. Il primo riguarda la maggiorazione del premio riferita al periodo di copertura della polizza ed il secondo, invece, riguarda la classe di merito che in un breve periodo non può essere maturata.
Chi volesse assicurare la propria auto con una polizza temporanea dovrebbe mettere in conto una spesa in più del 15% sul premio annuo che si traduce in un premio mensile quasi doppio rispetto alla polizza annuale.

Ma allora come fare per risparmiare sulle  assicurazioni auto anche quando si usa poco l’auto? Una soluzione potrebbe essere la polizza sospendibile. Chi sottoscrive una polizza auto con la clausola di sospendibilità ha la possibilità di bloccare la polizza per un periodo che va da 30 giorni fino ad un massimo di 12 mesi e di poterla riattivare poi in qualsiasi momento. Grazie a questa soluzione possiamo ottenere diversi vantaggi: maturiamo la classe di merito, riduciamo i costi e li ammortizziamo nel tempo

Assicurazione auto temporanea: una soluzione da non sottovalutare

Sempre più spesso molti guidatori decidono di non sottoscrivere un contratto di assicurazione tradizionale e cercano delle alternative che possano rivelarsi valide. Una delle proposte da parte delle compagnie assicurative è quella di concedere assicurazioni auto temporanee, valide solo per determinati periodi di tempo inferiori ai 12 mesi.
Una soluzione così progettata si rivela ideale per chi utilizza un veicolo solo per pochi mesi all'anno (ad esempio, una moto che si guida solo nel periodo estivo o un'auto che si utilizza solo nella casa di villeggiatura) o per coloro che non desiderano sottoscrivere un contratto stabile. Scopriamo come funziona l'assicurazione temporanea e come farne richiesta.

Come e quando richiedere un’assicurazione temporanea

Per richiedere l'attivazione di una assicurazione temporanea, i guidatori dovranno collegarsi al sito internet dell'agenzia scelta o recarsi presso uno degli uffici sparsi nel territorio. Dopo aver compilato il modulo con le generalità e aver inserito la scansione dei documenti richiesti per l'attivazione di qualsiasi polizza (carta di identità e codice fiscale del guidatore, attestato di rischio e libretto di circolazione del veicolo), al guidatore verrà richiesto di specificare il periodo in cui sarà necessario erogare la copertura assicurativa.
Una volta inseriti tutti i dati, al guidatore verrà proposto il premio da pagare: se il preventivo verrà accettato, il guidatore potrà pagare tutto con carta di credito (o in contanti, se si trova presso l'ufficio della compagnia assicurativa) e ricevere immediatamente la conferma dell'avvenuta attivazione della polizza.

Assicurazione auto temporanea: la legge Bersani

Una piccola precisazione: sebbene l'assicurazione temporanea sia a tutti gli effetti un contratto valido per legge e riconosciuto in tutta Italia, alcune compagnie potrebbero rifiutarsi di applicare i termini della legge Bersani e calcolare il premio basandosi solo sui dati relativi al guidatore. In ogni caso, chi voglia fare richiesta dello sconto previsto sfruttando una classe di merito superiore dovrebbe portare con sé anche l'attestato di rischio del parente e lo stato di famiglia.

Assicurazione auto temporanea: periodi di copertura

Dal momento che si tratta di un servizio particolare, il guidatore può scegliere l'arco di tempo in cui far valere la polizza acquistata. L'unica restrizione attiva riguarda il periodo massimo in cui si potrà godere dell'assicurazione temporanea: i contratti, infatti, non devono superare i dodici mesi, altrimenti, il guidatore sarà costretto a sottoscrivere una polizza tradizionale.
Non sono pochi coloro che chiedono di poter avere un contratto solo per pochi giorni perché, ad esempio, vogliono spostarsi utilizzando un veicolo storico che normalmente conservano in garage come cimelio o perché il contratto precedente è scaduto e stanno cercando un'offerta migliore presso altre agenzie di assicurazione.

Assicurazione auto temporanea: costi e tempistiche di attivazione

Una nota dolente riguarda, spesso, i costi richiesti per questo tipo di assicurazione. Sebbene, anche in questo caso, il premio richiesto vari in base alla classe di merito del guidatore, all'età e agli anni di esperienza alla guida, è anche vero che le tariffe tendono ad essere abbastanza alte e poco convenienti per chi vuole richiedere questo servizio per un periodo abbastanza lungo. In media, si chiede un versamento di 10 o 15 euro al giorno, che possono diminuire nel caso in cui si richieda un'assicurazione trimestrale o semestrale.
Le tempistiche di attivazione di un’assicurazione temporanea sono abbastanza celeri: proprio perché si tratta di un servizio speciale, le compagnie di assicurazione tendono a confermare la richiesta nel giro di poche ore, giusto il tempo di verificare che il pagamento del premio sia andato a buon fine.