La polizza infortuni conducente di Genertel: caratteristiche e condizioni

genertel infortuni conducente

Scopri la polizza infortuni conducente di Genertel: condizioni, massimali e casi di esclusione

Alla propria assicurazione auto è possibile aggiungere la polizza infortuni conducente Genertel, una garanzia accessoria finalizzata ad assicurare il conducente del veicolo in caso di sinistro stradale.
Sottoscrivendo questa polizza, il conducente potrà essere risarcito per i danni provocati da un sinistro stradale. Tale garanzia è valida anche nel caso in cui l’incidente non sia stato causato da chi è alla guida; quando invece l’incidente avviene in concorso di colpa e il conducente ha già ottenuto il risarcimento del danno dalla controparte, l’indennizzo viene corrisposto solamente per la quota di responsabilità del conducente assicurato.
Le compagnie assicurative che offrono la possibilità di sottoscrivere una polizza di questo tipo sono numerose: nel decidere a chi affidarsi è fondamentale valutare con attenzione ogni aspetto dell’offerta, andando ad esaminare i rispettivi fascicoli informativi. Questa operazione è davvero molto importante per effettuare una valutazione accurata, ma può richiedere molto tempo: cerchiamo allora di vedere insieme quali sono le caratteristiche principali delle varie offerte presenti sul mercato assicurativo e soffermiamoci sulla polizza infortuni di Genertel!

Polizza infortuni conducente: i casi di risarcimento

Come abbiamo visto, sottoscrivere una polizza Infortuni del Conducente ci permetterà di ricevere il risarcimento dei danni in caso di sinistro stradale. Chiarito questo concetto è necessario soffermarsi proprio sul risarcimento: in quali casistiche specifiche viene erogato dall’assicurazione? Fino a quale importo massimo si può essere coperti?
La polizza Infortuni del Conducente Genertel copre il caso di invalidità permanente e il caso morte. Per quanto riguarda l’invalidità permanente, ecco le condizioni fondamentali:

  • Massimale: €25.000 (max €100.000)
  • Franchigia: 5% dei punti di invalidità

Per il caso morte, invece, il massimale è di €25.000 (max €100.000).

Polizza infortuni conducente: i casi di esclusione

Dopo aver visto il funzionamento del risarcimento è fondamentale esaminare anche i casi di esclusione: in alcune situazioni, infatti, la compagnia assicurativa potrebbe non essere tenuta ad erogare il risarcimento.
Ancora una volta ribadiamo l’importanza di esaminare il fascicolo informativo fornito dalla compagnia: solo così potremmo essere del tutto certi delle condizioni alla base della nostra polizza.
Vediamo allora quali sono i casi di esclusione principali di Genertel. La compagnia non risponde per i danni subiti dal conducente se il sinistro avviene in circostanze quali:

  • partecipazione a competizioni sportive: quando il sinistro avviene durante la partecipazione a competizioni e gare automobilistiche
  • guida in stato di ebbrezza: il tasso alcolico è superiore a quello massimo previsto dalla legge per guidare l’auto
  • atti dolosi: se l’auto è utilizzata per compiere azioni dolose ed il sinistro è conseguenza di tali avvenimenti
  • Conducente non abilitato alla guida: conducente che non ha conseguito la patente

Polizza infortuni conducente: termine al diritto di indennizzo

La polizza Infortuni del Conducente ha un termine per il diritto di indennizzo: la garanzia infatti copre gli eventi che si verificano entro 1 anno dal momento in cui avviene l’incidente. Se non sussistono le cause di esclusione per il risarcimento, la compagnia sarà tenuta ad erogare l’importo dovuto in osservanza delle condizioni qui esposte. Tale importo sarà erogato direttamente da Genertel.

Sottolineiamo che le informazioni inserite in questo prospetto non sostituiscono il fascicolo informativo che la Compagnia deve rendere disponibile e in forma aggiornata sul sito www.genertel.it. Ricordati di leggerlo prima della sottoscrizione perché regola il tuo rapporto assicurativo.