Visura PRA: cos'è e perché richiederla

29 Gennaio 2018

Visura PRA: di cosa si tratta

La visura PRA è un servizio che, a seguito di richiesta, permette di ottenere un documento rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), contenente informazioni su un veicolo e sul relativo proprietario. In base alle necessità, le due tipologie di visura PRA che è possibile richiedere sono:

  • Visura PRA per targa, che consente di individuare i dati tecnici del veicolo e il suo proprietario, a partire dal solo numero di targa;
  • Visura PRA nominativa, che permette di conoscere i veicoli intestati a un unico soggetto (persona fisica o giuridica), sulla base dei dati anagrafici (o il codice fiscale/partita iva) di quest'ultimo.

Da notare che la semplice visura non ha valore legale, in quanto sprovvista di bollo. Per avere un documento legale, è necessario richiedere al PRA l'estratto cronologico.

A cosa serve la Visura PRA per targa?

La visura PRA per targa può essere uno strumento molto utile nel momento in cui si decide di acquistare un'auto usata o una moto da un privato. Questa permette infatti di accertare l'esattezza delle informazioni fornite dal venditore e di controllare l'effettiva iscrizione del veicolo al PRA, ma anche di verificare che sul mezzo non ci siano ipoteche o vincoli (come un sequestro o un fermo amministrativo) che non ne consentano la circolazione.
In ogni caso sarà necessario stipulare una Rc Auto obbligatoria per legge e, per rendere tutto ancora più facile e immediato, è possibile avvalersi del servizio di comparazione preventivi auto fornito da Chiarezza.it, che in pochi clic permette di confrontare le offerte di più compagnie assicurative e scegliere la polizza auto o moto più vicina alle proprie esigenze.
La visura per targa può rivelarsi necessaria anche in caso di incidente stradale, quando il conducente della controparte non si fermi per fornire i propri dati e quelli del veicolo. Prendendo il numero di targa e richiedendo la visura tramite la propria agenzia di assicurazione, è possibile risalire al responsabile del sinistro e procedere con la richiesta di risarcimento danni.

Visura PRA: quali informazioni contiene?

Il documento di visura PRA per targa contiene:

  • i dati anagrafici del proprietario (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza), in caso di persona fisica;
  • la ragione sociale e la sede aziendale del proprietario, in caso di persona giuridica;
  • i dati tecnici del veicolo (marca, modello, cilindrata, numero di telaio, cavalli, uso previsto, ecc.);
  • la data dell'atto di vendita e quella di presentazione della trascrizione al PRA;
  • l'eventuale presenza di ipoteche o fermi amministrativi;
  • i dati anagrafici del conducente, in caso di veicolo in leasing.

La visura PRA per nominativo, invece, si divide in:

  • Visura PRA nominativa storica: fornisce l'elenco di tutti i veicoli intestati in passato a uno stesso proprietario, ma non più in suo possesso al momento della richiesta;
  • Visura PRA nominativa allo stato attuale: fornisce l'elenco dei veicoli intestati a uno stesso proprietario alla data della richiesta.

Visura PRA: come e a chi si richiede?

La richiesta di una visura per targa può essere effettuata in tre modi:

  • online, sul sito dell'Automobile Club d'Italia (ACI);
  • rivolgendosi all'Ufficio Provinciale ACI - PRA;
  • attraverso un intermediario, come un'agenzia di pratiche auto o un'agenzia di assicurazioni

Tra le tre alternative, il servizio online dell'ACI è la soluzione più comoda e veloce per ottenere la visura per targa. Basta compilare un apposito form, con i dati del richiedente, i dati per la fatturazione e il numero di targa del veicolo in questione. Ma attenzione, il servizio non consente più di tre visure al giorno con lo stesso codice fiscale.
La richiesta online non è invece disponibile per la visura nominativa, che potrà essere effettuata presso una qualsiasi Unità Territoriale ACI - PRA.

Visura PRA: chi può richiederla?

Il PRA è un registro pubblico e i dati relativi ai veicoli iscritti sono consultabili da chiunque ne faccia richiesta. Tutti possono quindi richiedere e ottenere il rilascio del documento della visura PRA per targa.
Per quanto riguarda la visura PRA per nominativo, invece, la richiesta può essere inoltrata da una persona, fisica o giuridica, solo per se stessa o in quanto erede del proprietario del veicolo. I professionisti, come avvocati e curatori fallimentari, possono richiedere la visura nominativa solo per i soggetti per cui sono in corso procedimenti giudiziari o procedure fallimentari.

Visura PRA: per quali veicoli?

La richiesta di visura consente di reperire informazioni sui seguenti veicoli iscritti negli archivi del PRA:

  • autoveicoli
  • motoveicoli
  • camion e i rimorchi.

Nella banca dati non sono invece presenti, in quanto non registrati, i seguenti veicoli:

  • mezzi agricoli,
  • ciclomotori (50cc),
  • autobus
  • roulette

Per i veicoli immatricolati prima del 1993 (con targa di vecchio tipo, es. MI 123456) o reimmatricolati in seguito a perdita di possesso, è possibile che i dati non siano presenti negli archivi informatici del PRA, ma solo nei registri cartacei. In questo caso, la ricerca si fa più complicata e i tempi per l'ottenimento della visura si allungano.

Visura PRA: quanto costa?

Il costo di una visura PRA per targa è di 6€, a cui vanno aggiunti 2,83€ di servizio telematico se richiesta online. La visura nominativa storica, invece, costa 25,627€ per ogni nominativo richiesto. Mentre per la visura nominativa allo stato attuale bisognerà pagare 6€ per ogni nominativo e 6€ per ogni targa estratta dall'archivio.