Viaggiare assicurati anche all’estero

In alcuni Paesi è necessaria la Carta Verde per poter viaggiare assicurati

10 Gennaio 2010

Varcare i confini del proprio Paese e circolare regolarmente in un’altra Nazione è possibile: è quello che accade ai possessori della Carta Verde. Il Certificato di circolazione Internazionale, la Carta Verde appunto, non vi sarà necessario per guidare in Stati appartenenti all’Unione Europea, poiché qui la vostra polizza RC Auto fornirà automaticamente la copertura minima richiesta dalla legge. La medesima copertura è anche assicurata in Andorra, Croazia, Islanda, Norvegia e Svizzera, sebbene Stati non appartenenti all’UE. L’obbligo di circolare con Carta Verde sussiste invece in: Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Russia, Serbia e Montenegro, Tunisia, Turchia, Ucraina. In tutti gli altri Stati è invece necessario stipulare un’apposita assicurazione per il proprio mezzo secondo la norma vigente nel Paese di destinazione: se decidete di recarvi in Canada, per esempio, dovrete contattare l'Associazione Automobilistica canadese o una società assicurativa canadese per ottenere il contratto di assicurazione necessario per circolare in questo Stato. Se malauguratamente vi doveste trovare al confine con un paese che richiede la Carta Verde, ma voi l’avete dimenticata o smarrita, l’unica cosa che potete fare è acquistare una specifica polizza temporanea che vi permetterà di circolare tranquillamente in quel Paese. Tenete presente, però, che qualunque polizza temporanea è molto costosa: per questo conservate in un posto sicuro la vostra Carta Verde in modo da non avere sorprese una volta arrivati alla frontiera.