Incidente stradale: guida al soccorso

L'automobilista è tenuto a prestare soccorso in caso di incidente anche se non coinvolto

13 Novembre 2011

Il Codice della strada prevede l’obbligo per l’automobilista che si trovi coinvolto in un incidente stradale a prestare soccorso ad eventuali vittime. L’obbligo di soccorso riguarda anche chi non è direttamente coinvolto ma si trova a passare vicino al luogo dell’incidente.Le azioni da svolgere durante il soccorso sono le seguenti:

Segnalare agli altri veicoli sopraggiungenti l’esistenza dell’incidente e dell’ostacolo sulla carreggiata Informare i servizi di soccorso fornendo elementi il più possibile precisi riguardo il luogo dell’incidente, il tipo di veicoli coinvolti, il numero di persone ferite e se queste sono bloccate all’interno del veicolo. Questi elementi sono molto importanti, perché in base a questi, gli operatori telefonici possono valutare il numero di ambulanze da inviare sul posto ed anche il tipo di personale e le attrezzature di soccorso specifiche. Prestare soccorso, nei limiti delle proprie capacità e della prudenza. Alcune lesioni necessitano di manovre e di operazioni che è consigliabile lasciare effettuare da specialisti. In questa fase, compiere operazioni errate potrebbe anche peggiorare la situazione.

A questo proposito, ogni cittadino dovrebbe avere un minimo di conoscenze di pronto soccorso.Se pensate di essere inesperti di soccorso, considerate che è sempre meglio attendere l’arrivo dei soccorsi. Solo in caso di incendio o imminente pericolo tale cautela può essere superata dalla necessità di allontanare il ferito. Occorre agire senza strattonare il ferito soprattutto a livello di colonna vertebrale. In tutti i casi, mantenere la calma, valutare oggettivamente la situazione, proteggere i feriti e voi stessi e fornire informazioni precise ai prestatori di soccorso, sono azioni che possono essere di grande aiuto.