Assicurazione moto: come risparmiare

Gli appassionati delle 2 ruote hanno la possibilità di risparmiare sulla polizza moto

8 Giugno 2017

Per coloro che hanno deciso di acquistare la prima moto, ma anche per quanti abbiano deciso di comprare un nuovo veicolo in vista della bella stagione, si pone un dubbio fondamentale: come assicurare la moto ed evitare di pagare eccessivamente. Osservando le diverse proposte delle compagnie di assicurazione, è possibile trovare offerte molto interessanti ma diventa opportuno imparare a distinguere le varie proposte, al fine di scegliere l'opzione migliore, cioè quella in grado di rispondere alle proprie esigenze. Cerchiamo di capire insieme quali siano i metodi più opportuni per risparmiare notevolmente sull'assicurazione moto.

Assicurazione moto come risparmiare: la legge Bersani

Dal 2007, grazie alla legge emanata dall'omonimo ministro, è possibile assicurare un veicolo ereditando la classe di merito propria o di un altro membro del nucleo familiare. La legge Bersani, ben nota in quanto ha permesso notevoli risparmi sulla spesa relativa ai contratti di RCA, ha però alcune restrizioni da non sottovalutare.
Per prima cosa, la legge si applica soltanto alle assicurazioni relative a veicoli della stessa tipologia. Ciò vuol dire che non è possibile ereditare la classe di merito di un'auto per applicarla ad una moto e viceversa.
Secondariamente, non bisogna dimenticare che la legge Bersani può essere sfruttata solo per i membri dello stesso nucleo familiare che possono dimostrare la loro convivenza. Al momento della stipula del contratto, infatti, viene loro richiesto lo stato di famiglia.
In ultimo luogo, la legge Bersani è valida solo per polizze attive, ovvero, che non siano state congelate o annullate per alcun motivo. In questo caso, sarà cura del richiedente verificare che la polizza di cui si intende ereditare la classe di merito sia attiva.
Tuttavia, la legge Bersani si rivela un ottimo aiuto per chi desidera acquistare una seconda moto per un figlio, ad esempio, o per il proprio partner.

Assicurazione moto come risparmiare: le offerte migliori

Non tutti possono godere della legge Bersani. Per questo, le diverse compagnie assicurative mettono a disposizione dei nuovi clienti dei pacchetti davvero interessanti.
Se l'assicurato desidera sottoscrivere un contratto con una nuova compagnia, dovrebbe prestare attenzione alle diverse offerte proposte.
Un consiglio è quello di utilizzare uno strumento di comparazione online di preventivi assicurazione. Inserendo i dati del veicolo e del guidatore, sarà possibile avere un preventivo immediato e personalizzato, così da poter decidere autonomamente se bloccare il prezzo visualizzato o contattare un responsabile dell'agenzia per trovare la soluzione migliore per il veicolo da assicurare.
Inoltre, non sono poche le agenzie che offrono ai loro nuovi clienti garanzie accessorie o estensioni particolari in forma totalmente gratuita o a prezzo scontato per il primo anno di sottoscrizione della polizza. Per coloro che viaggiano su moto, in particolare, potrebbe essere interessante trovare una polizza che includa la copertura Kasko, ovvero, quella che risarcisce il guidatore anche nel caso in cui la colpa per un eventuale sinistro ricada su di lui. Si tratta di una garanzia particolarmente interessante, che può avere o meno una franchigia per il risarcimento, ma che si rivela essenziale per chi viaggia molto su moto o scooter.
Se, invece, l'assicurato sta pensando di chiedere un nuovo contratto alla compagnia presso cui aveva già assicurato un altro veicolo, come un'auto o una barca, una buona idea potrebbe essere quella di chiedere uno sconto. Molte agenzie, infatti, tendono a scontare i loro pacchetti dedicati ai clienti di vecchia data, come ringraziamento per la fedeltà dimostrata negli anni. Anche in questo caso, lo sconto può essere diretto o può manifestarsi sotto forma di servizio aggiuntivo.

Assicurazione moto come risparmiare: i documenti richiesti per la polizza

I documenti richiesti per la stipula di una polizza moto sono:

  • carta di identità e codice fiscale del guidatore
  • attestato di rischio
  • libretto di circolazione del veicolo da assicurare

nel caso in cui si desideri richiedere la classe di merito di un altro veicolo, godendo quindi della legge Bersani, a questi documenti si dovranno aggiungere:

  • carta di identità e codice fiscale dell'intestatario della polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito
  • fotocopia del contratto di assicurazione stipulato
  • stato di famiglia che certifichi l'appartenenza dei due guidatori allo stesso nucleo familiare

Come facile intuire, se si tratta dello stesso guidatore che vuole assicurare un secondo mezzo a lui intestato, sarà necessario presentare solo la fotocopia del contratto che copre il primo veicolo assicurato. Un ultimo appunto: i documenti riportati devono essere presentati in originale al responsabile dell'agenzia assicurativa scelta. Se, invece, si sceglie una compagnia on line, sarà possibile inviare scansioni o fotocopie dei diversi documenti, a patto di validare tutto con le apposite firme. Per ulteriori dettagli, è bene contattare direttamente i call center delle compagnie assicurative scelte e chiedere le diverse modalità di invio della documentazione necessaria.