ViaggiaConMe: l'Rc Auto si fa in banca

Il nuovo modo di pagare l'Assicurazione Auto proposto da Intesa Sanpaolo

17 Ottobre 2012

Si chiama ViaggiaConMe il "nuovo" modo di pagare l'assicurazione auto attraverso una banca. Protagonista è Intesa Sanpaolo che entra così ufficialmente nel mercato dell'Rc Auto. Se fino ad ora, infatti, solo i clienti della banca potevano usufruire di ViaggiaConMe, ora l'offerta è estesa a tutti. In Italia, lo ricordiamo, 3,5 milioni di veicoli circolano senza assicurazione, con rischi e pericoli per tutti. Il nostro è anche il paese con maggior numero di tasse. Da qui l'idea di Intesa, che scende in campo con una nuova polizza destinata agli 11 milioni di clienti della banca, presso i 5.700 sportelli del gruppo in tutta Italia.

ViaggiaConMe viene offerta attraverso il pagamento in 12 rate, senza interessi né spese aggiuntive. Si può anche ridurre il costo complessivo della polizza accettando una franchigia di 500 euro sugli eventuali indennizzi RC Auto. Ma la caratteristica principale di questa nuova Rc auto è la "scatola nera", parte integrante dell'offerta assicurativa, collocata non nel motore ma direttamente nell'abitacolo. Oltre al monitoraggio del veicolo, la scatola nera è collegata a una centrale operativa che in caso di incidente contatta in voce il guidatore per offrire l'assistenza necessaria.

A rispondere, dunque, sarà un operatore qualificato e non un risponditore automatico, che gestirà fin da subito un eventuale problema. Le informazioni sull'impatto registrate dalla scatola nera consentono poi alla compagnia di verificare facilmente la congruità del sinistro da liquidare, consentendo tempi rapidi di rimborso. Non solo, se il conducente in caso di incidente grave non è in grado di attivare il pulsante, il dispositivo rileva comunque la collisione, localizza l'auto e segnala autonomamente la richiesta di soccorso. Come si può avere? ViaggiaConMe Box e il sistema di scatola nera vengono installati gratuitamente sull'auto, in circa un'ora, nell'officina convenzionate.