Vacanze al via, gli italiani scelgono l'auto

4 Luglio 2013

Le vacanze sono ormai alle porte. Gli italiani sono pronti per il meritato riposo estivo, nonostante le grosse difficoltà economiche delle famiglie, che tendono ad anticipare le partenze nei mesi meno costosi, come giugno e luglio. Ma agosto rimane, come sempre, il mese più gettonato per le ferie. E sempre più italiani scelgono l'auto. Non per forza quella di proprietà, ma anche (una tendenza che cresce di anno in anno), quella a noleggio.

L'auto è in assoluto il mezzo di trasporto preferito da oltre il 65% degli italiani. I dati arrivano dalla ricerca "Vacanze estive 2013: è una questione di destinazione?" dell'Osservatorio Europcar-Doxa. Si tratta di uno studio che dal 2008 cerca di capire gli stili di vita in vacanza e che quest'anno ha voluto indagare su due elementi: il primo è cosa porta gli italiani a scegliere una località, un villaggio, una nazione e il secondo è l'uso, sempre più frequente, dell'auto a noleggio. L'estate 2013, caratterizzata ancora una volta dalla crisi, vedrà una forte riduzione degli spostamenti e delle vacanze in genere: solo il 44%, tra luglio e agosto, potrà infatti concedersi qualche giorno di relax. Già lo scorso anno si era registrato un crollo dei vacanzieri: era partito solo il 43 per cento. La grande maggioranza, dunque, sceglierà l'auto per spostarsi. Solo il 21 per cento preferirà l'aereo e il 7 per cento il treno. E poi c'è un numero sempre crescente di italiani che decide di viaggiare con "l'intermodalità” (utilizzando cioè più mezzi di trasporto), soprattutto se si tratta di viaggi con lunghe tappe di trasferimento. Non solo. Anche chi viaggia in aereo fa uso dell'auto. Il 28 per cento ha infatti dichiarato di noleggiare un'auto una volta arrivato a destinazione per spostarsi nella località scelta. In generale, il 13 per cento di chi parte con un mezzo come l'aereo o il treno va in vacanza pensando che sicuramente o probabilmente prenderà un'auto a noleggio per gli spostamenti successivi. Un boom rispetto a due anni fa, quando la percentuale era appena del 7 per cento. Secondo la ricerca questi numeri sono dovuti anche al “fattore crisi”. Molte famiglie, infatti, scelgono di partire con l'aereo (prenotando prima voli low cost) e decidono di prendere poi l’auto in affitto, risparmiando così sul carburante. Altri, invece, hanno mantenuto una sola auto per famiglia (quella per l'uso cittadino) a causa degli elevati costi del mantenimento della vettura. E per questo, per le vacanze, decidono di noleggiarne una. Cresce inoltre, la sensibilità per l'uso del veicolo proprio perché l'auto di proprietà viene percepita come sempre più costosa per il caro-carburante e per le tariffe assicurative. Infine le mete prescelte: il mare è la destinazione per eccellenza (scelta dal 67% degli italiani), seguite a distanza da montagna e collina (18%). Molto in voga  la Puglia, seguita da Toscana, Sardegna e Liguria.