Segway: il monopattino del futuro

23 Novembre 2012

Sarà capitato anche a voi di vedere circolare per le strade un particolare mezzo di trasporto, una sorta di monopattino elettrico, formato da due ruote parallele, sul quale il guidatore resta magicamente in perfetto equilibrio. E’ il Segway, la "biga" del nuovo millennio: spinto da due potenti motori elettrici, alimentati da batterie agli ioni di litio, quindi assolutamente ecologico ed estremamente silenzioso, regolato da un sofisticato sistema elettronico di auto-bilanciamento. La guida avviene grazie all’inclinazione data dal proprio corpo:

abbassandosi leggermente in avanti o all'indietro  difatti, il mezzo avanza o indietreggia; per svoltare a destra o a sinistra, invece, è sufficiente inclinare lo stelo avendo cura di inclinare il corpo nel senso della curva, in modo simile a quello che avviene quando si scia. L’impatto iniziale con questo tipo di guida non è sempre immediato, ma in un tempo brevissimo ci si prende la mano, e la guida diventa naturale e istintiva. L’autonomia di carica del Segway gli permette di coprire dai 16 ai 38 chilometri, in base alla tipologia di terreno, allo stile di guida e al modello utilizzato. Esistono difatti diverse versioni di questo mezzo, ognuno con dotazioni specifiche: in particolare le differenze maggiori si riscontrano tra i Segway destinati ad un uso stradale, come l’i2, oppure la versione off-road, come l’XT. L'i2, utilizzato soprattutto per gliitinerari in città o anche su percorsi ciclabili in campagna, è caratterizzato da pneumatici sottili, in silicone, che non lasciano alcuna traccia per terra. Il software di gestione del mezzo, caratterizzato dalla tecnologia LeanSteer, è ottimizzato per un utilizzo stradale. L'XT invece è prevalentemente destinato ai percorsi di campagna o di montagna; per questo è dotato di gomme da fuoristrada a bassa pressione, con profondi battistrada, e può tranquillamente procedere su superfici sconnesse e scivolose, data anche la maggiore altezza dal terreno. Il software di gestione è in questo caso dedicato ad un uso fuoristradistico, e tiene conto in maniera più rapida di eventuali slittamenti delle ruote. Alta inoltre è l’attenzione alla sicurezza: difatti, se uno qualunque dei componenti inizia ad operare a capacità ridotta, il Segway è programmato per assumersi la responsabilità di mantenere l’equilibrio, dando il tempo di fermare il mezzo in modo sicuro. Non per niente gli standard di progettazione di Segway sono tra i più avanzati, ed ogni componente è stato attentamente testato e analizzato per assicurare che tali standard siano rispettati.