Prezzo carburante: ribassi sulla rete Q8

A partire dal 1 ottobre i gestori dei punti vendita Q8

7 Ottobre 2012

La benzina aumenta? E le compagnie petrolifere inventano sconti e promozioni sempre più accattivanti per contrastare la vertiginosa ascesa del prezzo dei carburanti. Come i supermercati, le librerie e tutti i centri commerciali anche "il benzinaio" cerca di attirare i clienti  inventando sempre nuove iniziative. E se con la crisi non bastano più i punti per i premi-omaggio, bisogna inventarsi sconti più tangibili per i cittadini e per le loro tasche. Da qui nasce questa iniziativa. Dopo gli sconti Eni arrivano quelli firmati Q8, che lancia sul mercato italiano la prima carta ricaricabile con lo sconto dentro per l'acquisto di carburanti senza costi per il cliente e il gestore.

A partire dal  1 ottobre i gestori dei punti vendita Q8 che hanno deciso di partecipare a questa promozione speciale potranno proporre ai clienti la sottoscrizione, completamente gratuita, della nuova carta fedeltà. Un'opportunità sia per i clienti che sono già titolari delle precedenti carte fedeltà e che decideranno di convertirle nella nuova, sia per i nuovi clienti che decidessero di aderire attratti da questa nuova promozione Q8. Come sottolineano dall'azienda si tratta di un 'mondo di vantaggi in termini di punti e di sconti benzina: fra tutti lo sconto incrementale fino a 20 euro sull'acquisto di carburanti'.

La nuova iniziativa promozionale - informa un comunicato - si rivolge infatti a quei consumatori che, in un momento difficile per l'economia, prediligono il servizio e si mostrano particolarmente attenti alle iniziative promozionali, affidando un ruolo importante ai Gestori dei punti vendita Q8 che aderiscono all'iniziativa, nel promuoverla e rilasciarla immediatamente a tali clienti. Come ha sottolineato Alessandro Gilotti, presidente e amministratore delegato della Kuwait Petroleum Italia, ''la nuova ''SuperStarQ8'' conferma dunque la particolare attitudine che Q8 storicamente ha sempre avuto verso l'universo dei consumatori dimostrando la possibilità di successo di iniziative che coniughino la loro soddisfazione, anche in tempi di crisi come quella attuale, con sani principi di economicità nella gestione d'impresa''.