Mongolia Charity Rally: un sogno per tre ragazzi milanesi

16 Maggio 2013

Tre ragazzi milanesi, classe 90 e 91, si stanno dando molto da fare per realizzare un grande progetto: partecipare al Mongolia Charity Rally, l'avventura della vita. Per la precisione, il programma prevede la partenza il 6 luglio 2013 da Londra, per arrivare, nel giro di un mese circa, ad Ulaan-Baatar, la capitale della Mongolia: in totale sono più di 16 mila chilometri, che i tre ragazzi non vedono l'ora di riuscire a percorrere.

Soprattutto perché l'obiettivo dell'impresa è essenzialmente benefico: difatti oltre alla quota d'iscrizione al rally, sarà la stessa auto con la quale si compie l'emozionante tragitto ad essere lasciata in dono al servizio ambulanze istituito in Mongolia dall'associazione inglese no-profit Go-Help. Exporteam, questo il nome dato al gruppo composto da Tommaso Raco, Giorgio Galli e Giorgio Gambarini, ha quindi il grande compito di raccogliere, di qui a luglio, la somma necessaria all'acquisto di un'auto e a coprire tutte le spese del viaggio; inoltre la loro idea è anche quella di destinare gli eventuali soldi risparmiati nel corso del viaggio a due Onlus: Casa Magica (www.casamagicaonlus.com), che dal 1991 cura un doposcuola per bambini stranieri dalla difficile situazione familiare, e «Progetto sorriso nel mondo», associazione internazionale per la cura delle malformazioni cranio-facciali nei Paesi in via di sviluppo, con sede a Milano. Per questi ragazzi il rally rappresenta un'esperienza unica e indimenticabile, un viaggio culturale e di contatto, nel quale metteranno alla prova direttamente loro stessi: la passione dei due Giorgio, per esempio, è il rugby, e per cercare di raccogliere il materiale necessario al viaggio si stanno mettendo direttamente e in prima persona a disposizione delle scuole e dei comuni di Milano e dintorni per realizzare delle lezioni di mini-rugby, grazie alle quali raccogliere donazioni per comprare palloni, magliette e materiale da regalare ai bimbi che incontreranno lungo la strada. Per questo l'Exporteam ha già realizzato una collaborazione con la squadra in cui giocano, l'Asr Rugby Milano, ma non solo: oltre ad essere in trattativa con alcune case di produzione automobilistiche e con alcuni sponsor che permettano loro di coprire le spese materiali, che ammontano a un totale di circa 17 mila euro, i tre ragazzi hanno già organizzato e realizzato alcuni eventi musicali di beneficenza, aperti al pubblico e destinati proprio a trovare finanziamenti concreti per la propria missione.