Mobilità sostenibile, a Venezia nasce "Parcheggia e vai"

22 Marzo 2013

La città lagunare compie un grosso passo in avanti inaugurando un parcheggio di intercambio che si propone agli utenti come una valida alternativa all'utilizzo del mezzo privato. Al momento il capoluogo veneto dispone di un solo parking di questo tipo ubicato presso la Castellana, un'area adiacente alla tangenziale ma a breve ne verranno inaugurati altri due: uno in via Trieste, l'altro a Santa Maria dei Battuti.

Una volta raggiunto il posteggio di intercambio, i conducenti potranno lasciare il loro veicolo avendo la possibilità di spostarsi nel centro storico con autobus, bike sharing o auto elettrica. Il progetto “Parcheggia e vai” nasce da una collaborazione con una concessionaria Citroën della regione che ha messo a disposizione una piccola flotta di C-Zero. Le automobili – completamente elettriche - potranno essere ricaricate nello stesso sito della Castellana dato che sono state montate due colonnine per la ricarica in loco. La citycar francese è una vettura molto semplice: dispone di due soli pedali (acceleratore e freno), trasforma l'energia cinetica dell'auto in energia elettrica durante la fase di decelerazione ed è molto silenziosa. La velocità massima si attesta sui 130 km/h e, secondo i dati della casa, ha un'autonomia di 150 km giornalieri: un chilometraggio più che sufficiente per gli spostamenti quotidiani dei turisti. Nonostante le dimensioni ridotte, all'utilitaria transalpina non manca nulla: l'ESP e i sei airbag di serie (frontali, laterali e a tendina) garantiscono piena sicurezza a conducente e passegeri mentre la capacità di carico (166 litri) soprende per un'automobile di questa dimensione. Il parcheggio di intercambio veneziano nasce per venire incontro alle esigenze di pendolari, studenti e turisti e più in generale, a tutte quelle categorie che hanno bisogno di effettuare soste di lunga durata. Lo scopo è quello di liberare i parcheggi del centro storico che dovranno essere destinati unicamente alle soste di breve durata. Per invogliare i cittadini ad usufruire di questo nuovo servizio, l'Amministrazione Comunale ha optato per delle tariffe molto convenienti: 1 € per la sosta giornaliera, 15 € per quella mensile (che diventano 55 € includendo l'abbonamento ai mezzi pubblici), 150 € per quella annuale (550 € con il ticket per viaggiare anche sui mezzi pubblici). Inoltre, chi sottoscrive un abbonamento annuale potrà usufruire per 365 giorni dell'iscrizione gratuita ai servizi di bike sharing e car sharing. Chi sceglie di utilizzare l'auto elettrica non dovrà più preoccuparsi di zone a traffico limitato e parcheggi a pagamento: le vetture a zero emissioni CO2 non pagano e circolano la dove le cugine a benzina non possono. Con "Parcheggia e vai" Venezia assottiglia il gap con le città europee più attente ai temi della mobilità sostenibile e si attesta come esempio a seguire per altre realtà italiane.