Mercedes lancia WebParts per i ricambi online

24 Aprile 2013

È veloce e intuitiva, a portata di un clic. La Mercedes lancia WebParts, la piattaforma digitale per la vendita online di ricambi, dedicata a officine, carrozzerie indipendenti e titolari di flotte. Si tratta di un nuovo sistema di ordinazione online, sviluppato dalla Casa tedesca, che permette di accedere in modo semplice al catalogo dei ricambi originali della Stella.

I cataloghi cartacei da sfogliare finiscono così in soffitta. Adesso tutto è disponibile in tempo reale su internet, grazie al sistema WebParts che ottimizza i tempi di ordinazione e riduce al minino la possibilità di errori. Una soluzione per assicurare un contatto costante tra la rete di assistenza Mercedes-Benz e Smart e i professionisti indipendenti, con vantaggi da entrambe le parti. In questo modo si può godere di una migliore efficienza e autonomia gestionale degli ordini ricevuti, oltre alla semplificazione nei processi di acquisizione e all’impostazione di sconti e promozioni personalizzate per fidelizzare i clienti, i quali hanno la possibilità di visualizzare, direttamente all’interno dell’applicazione, le condizioni commerciali a loro riservate ed effettuare il proprio ordine in maniera rapida ed intuitiva, con prezzi chiari e trasparenti. Un meccanismo completato da PartsPro, il nuovo programma della Mercedes dedicato alla certificazione della rete di assistenza della Casa tedesca che offre vari servizi ai professionisti della riparazione: dalla consulenza di tecnici specializzati, alle linee d’ordine dedicate con servizio giornaliero di consegna dei ricambi nella propria sede. Restando in Germania, il programma “Ricambi originali di rotazione” del Gruppo Volkswagen compie 65 anni. Qui però si esalta l’essenza più “intima” delle parti meccaniche, cioè il lavoro manuale. Nato per necessità economiche nel dopoguerra, il progetto di recupero di vecchi componenti continua a riscuotere successo ancora oggi. Le varie parti meccaniche recuperabili vengono rigenerate attraverso lavorazioni industriali che ne ripristinano le caratteristiche di qualità e funzionalità. In 65 anni, ben 7,9 milioni di motori, 2,9 milioni di cambi e 78 milioni di altri componenti sono stati riportati nelle condizioni di affrontare un nuovo ciclo di vita. Ogni anno vengono recuperati 48.000 motori (in 490 varianti), 60.000 testate (220 varianti) e 49.000 cambi (550 varianti). rispetto ai ricambi originali nuovi, il costo è mediamente inferiore del 40%, a parità di qualità, funzionalità e garanzia (24 mesi). E anche l’ambiente ringrazia.