Le auto di Gianni Agnelli in mostra fino al 2 giugno

30 Maggio 2013

A dieci anni dalla scomparsa dell’Avvocato Giovanni Agnelli, il Museo dell’Automobile di Torino presenta la mostra “Le auto dell’Avvocato”. L’esposizione raccoglie, fino al 2 giugno, 10 auto rese uniche dai desideri e dalle personalizzazioni volute dall'Avvocato Agnelli e racconta il suo rapporto con la produzione automobilistica. 

Trasformato e rinnovato, il Museo dell’Automobile di Torino, intitolato proprio ad Agnelli già dal marzo 2011, intende omaggiare la personalità dell’Avvocato parlando di lui attraverso le auto che più lo hanno rappresentato. Si tratta di auto personalizzate secondo il gusto di Agnelli e, in particolare, di una Lancia Thema S.W. Zagato (personalizzato per la montagna con cestino di vimini porta sci sul tetto), una Fiat Panda Rock Moretti (con il tetto sostituito da un più fresco tendalino), una Lancia K Limousine (con tetto in vinile per americanizzarla), una Fiat 130 Shooting Brake Maremma (una vera e propria antesignana delle sport utility), una Fiat 130 Familiare, una Fiat Croma, una Ferrari 360 Speedway (regalata a Montezemolo in occasione delle nozze), una Lancia Delta Spider Integrale (che l’Avvocato usava a St. Moritz), una Fiat Multipla Spider (che l’Avvocato non fece in tempo a vedere) e la sua favorita, la famosa Fiat 125. La mostra, prodotta insieme a Fiat, tocca un tema italiano ma dal sapore internazionale e, oltre alle auto, è arricchita da una sezione multimediale comprendente materiale grafico, fotografico e audiovisivo. Trova, inoltre, un punto di contatto anche con le nuove generazioni essendo fornita di un’area Social.Le vetture prodotte in serie erano il punto dal quale partivano le modifiche volute dall'Avvocato Agnelli che potevano essere interventi di personalizzazione estetica oppure meccanica. La mostra diventa un’occasione per ripercorrere la vita di uno dei personaggi più importanti del mondo delle automobili attraverso 10 auto storiche rese uniche proprio da lui, un uomo che ha fatto la storia e ha dedicato la sua vita all’innovazione e alla ricerca della qualità nel settore automobilistico. Costi dei biglietti per l’ingresso al Museo: Intero 8,00 euro; Ridotto 6,00 euro; Gratuito (minori di 6 anni; giornalisti con tesserino dell'Ordine; possessori dell’Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino + Piemonte Card)