Il cambio automatico, come funziona.

10 Dicembre 2012

La maggior parte degli automobilisti è affezionata al caro buon vecchio cambio manuale; ma nonostante questo il numero delle persone che scelgono il cambio a trazione automatica per la propria vettura è in aumento: questo strumento, le cui modalità di utilizzo sono sconosciute ai più, è nato una cinquantina di anni fa negli Stati Uniti, ed era inizialmente destinato sono alle autovetture di gran lusso. La comodità è la cifra fondamentale di questo tipo di trazione, evidente soprattutto nel momento in cui si è immersi nel traffico cittadino e si è quindi costretti a continue fermate e ripartenze: l’assenza del pedale della frizione rende possibile guidare con maggiore semplicità, lavorando solo su due pedali, quello dell’acceleratore e quello del freno. Il primo si trova a destra, mentre il secondo a sinistra, ed è riconoscibile dalla maggiore grandezza rispetto all'altro.

Per capirne il funzionamento, è sufficiente comprendere il significato delle quattro lettere alfabetiche presenti sulla slitta del cambio: la P corrisponde a Parcheggio; la D corrisponde a Drive (potrebbe essere sostituita da E in alcune vetture); la N a Nullo, ovvero il folle; ed infine la R che corrisponde a Retromarcia. Nel caso di vetture con cambio anche sequenziale, le lettere potrebbero essere in numero maggiore. Al momento dell'accensione del veicolo il cambio deve essere impostato sulla lettera P, altrimenti sarà necessario premere il pulsante di sblocco sulla manopola del cambio. La chiave della macchina gira solo se si tiene contemporaneamente premuto il pedale del freno; a questo punto è possibile premere il tasto di sblocco della manopola per posizionare il cambio sulla lettera D. Mentre si è in movimento il cambio dovrà essere sempre posizionato sulla D, e non si dovrà più toccare, nemmeno quando si è fermi al semaforo. Lo stop al veicolo avviene semplicemente premendo il pedale del freno, e per ripartire basterà rilasciarlo. Infine, il parcheggio avviene fermando l'automobile e mettendo il cambio sulla lettera P; inoltre, la lettera N è utile in caso si voglia spostare la macchina o si debba essere trainati.