GP F1 Cina 2013: la Ferrari riparte da Shanghai

12 Aprile 2013

Tanta voglia di lasciarsi alle spalle il passo falso di Sepang: è questo l'obiettivo della Ferrari. Dopo la debacle in Malesia il team della rossa punta a fare punteggio pieno nel circuito di Shangai e non ne fa segreto. Secondo Fernando Alonso la scuderia di Maranello avrebbe l'opportunità di piazzare ben due vetture sul podio e anche Felipe Massa si è mostrato ottimista. Il brasiliano, forte delle buone prestazioni in questo inizio di Mondiale F1, ha dichiarato di voler continuare a migliorarsi e, punzecchiato dai giornalisti sulla vicenda del sorpasso di Vettel ai danni di Webber ha dichiarato di essere sostanzialmente favorevole agli ordini di scuderia quando la situazione lo richiede ma non certo alla seconda giornata del Mondiale.

Piccola parentesi, dopo la vicenda del sorpasso di Vettel la Red Bull ha annunciato di voler rinunciare agli ordini di scuderia. La decisione del team austriaco ha un solo obiettivo: calmare gli animi e riportare tranquillità all'interno del paddock ma solo il tempo potrà dirci se la soluzione avrà sortito l'effetto sperato. Nel frattempo, Sebastian Vettel guida la classifica con quaranta punti mentre Kimi Raikkonen segue a nove lunghezze. Lo spagnolo della Ferrari è lontano ventidue punti dalla vetta ma è ancora presto per fare calcoli. In questi giorni l'asturiano ha espresso più volte su Twitter il suo pensiero: il Mondiale è appena iniziato e ogni anno i piloti sono costretti a due o tre ritiri quindi non è il caso di ritenersi già sconfitti.

Il direttore tecnico della rossa, invece, ha preferito non sbilanciarsi in questo momento delicato. Secondo Pat Fry non è ancora chiaro come risponderà la F138 nel Gran Premio della Cina: il tracciato di Shangai è composto da lunghissimi rettilinei e curve molto pronunciate nelle quali sarà fondamentale l'apporto delle gomme. E sono proprio i pneumatici uno delle incognite di questa gara. Per la prima volta in questo Mondiale la Ferrari utilizzerà gomme Pirelli a mescola soft/medium. L'obiettivo della scuderia di Maranello è quello di programmare un piano di sviluppo per tornare ad essere competitivi non solo ora, ma per tutta la durata del Mondiale. Alla vigilia del Gran Premio della Cina la Ferrari ha siglato un importante accordo commerciale con la Weichai Power, colosso asiatico specializzato in componenti meccanici per auto. Si tratta di una partnership importante per Ferrari: è la prima volta che un marchio cinese sponsorizza la scuderia di Maranello. Speriamo che si tratti di un buon auspicio.