Fiat: sconti per gli studenti e car sharing

La casa automobilistica ha ideato agevolazioni su misura per i giovani

3 Ottobre 2012

Più sei bravo, più la Fiat ti premia e ti aiuta nell'acquisto di un'auto. La casa automobilistica ha ideato agevolazioni su misura per gli studenti modello. Un esempio? Se consegui una laurea specialistica (5 anni o 3+2 anni) ottenendo il massimo dei voti (110/110 o 100/100 a seconda dall'ateneo) avrai un finanziamento per 48 mesi, senza anticipo e a tasso zero. Se poi si aggiunge la lode, allora il neolaureato avrà in più il massimo sconto possibile, quello riservato ai dipendenti Fiat. Ci sono poi sconti dedicati a tutti gli studenti regolarmente iscritti che permettono di acquistare una vettura a marchio Fiat entro il 31 dicembre del 2013. Ecco come ottenere l'agevolazione: basta la regolare iscrizione all'anno accademico 2012/2013 per avere un finanziamento di 60 mesi, con anticipo zero e tasso agevolato del 4,50%.

Dunque, il Lingotto si rivolge sempre di più ad un pubblico giovane. Si tratta infatti di una iniziativa unica nel suo genere. E' la prima volta in Europa che una casa automobilistica si impegna con il mondo dell'Università in modo così concreto. Il nuovo progetto è la "seconda puntata" dopo un'altra idea Fiat che sta avendo molto successo. Si tratta di "Fiat likes U", ossia il servizio di car sharing gratuito dedicato agli studenti di otto atenei italiani. Per oltre 280 mila ragazzi delle Università di Torino, Roma, Milano, Salerno, Parma, Cosenza, Pisa e Catania Fiat ha messo a disposizione le nuove 500L e Panda.

E' semplicissimo utilizzare il car sharing. Lo studente deve entrare nel sito www.fiat.it/likesu e prenotare la Panda o la 500L per poi ritirarla in un'area dedicata solitamente vicina all'Università, restituendola negli orari pattuiti. L'auto potrà essere utilizzata per 24 ore durante la settimana o per un intero week-end. In alcune città, inoltre, le auto Fiat prese in affitto possono entrare nelle aree a traffico limitato e parcheggiare gratis. Il servizio è partito lo scorso 15 settembre e sarà a disposizione fino al 15 dicembre presso il Politecnico di Torino e la Luiss "Guido Carli" di Roma.

Dopo questo primo esperimento, si avvierà la seconda fase e dal 15 gennaio al 15 aprile 2013 sarà attivo alla Cattolica di Milano e all'Università di Salerno. Infine dal primo maggio al 31 luglio negli atenei di Parma e Cosenza e dal 15 settembre al 15 dicembre a Pisa e Catania. Ma non è finita: la Fiat ha messo a disposizione degli studenti anche otto borse di studio da 5.000 euro ciascuna e ha offerto otto stage retribuiti in azienda.