Euroluce 2013, dal 9 al 14 aprile in Fiera a Milano

11 Aprile 2013

Il mese di febbraio 2013 ha visto in tutta Italia un complessivo calo nella richiesta di energia elettrica, pari all'8,1% rispetto allo stesso periodo del 2012: il consumo registrato si attesta sui 25,7 miliardi di kWh, con una variazione negativa pari al 5,1%. 

Tali dati, raccolti ed elaborati da Terna, sono stati comunque depurati dagli effetti della temperatura e del calendario, per il fatto che lo scorso era un anno bisestile e quindi con un giorno solare in più, oltre ad aver registrato una temperatura media mensile inferiore di circa un grado. La produzione nazionale di energia ha soddisfatto l'83,2% della domanda pervenuta, mentre per la quota rimanente, il 16,8%, ci si è rivolti a energia scambiata con l'estero. Si sta assistendo dunque ad una lenta decrescita per quanto riguarda la domanda di energia elettrica: queste ed altre tematiche saranno affrontate nel corso dell'edizione 2013 di Euroluce, manifestazione di riferimento internazionale per il settore luce in tutte le sue sfaccettature, in programma dal 9 al 14 aprile nei padiglioni di Rho Fiera Milano. Celebre per gli altissimi livelli di qualità e di novità della sua offerta merceologica, la manifestazione si divide all'interno di 4 diversi padiglioni collegati tra loro, su una superficie totale di 40.000 metri quadrati. Euroluce raccoglie di anno in anno un numero sempre maggiore di visitatori: lo scorso anno, per esempio, ha registrato 321.320, provenienti da 154 Paesi differenti. Oltre a vantare l'esposizione di numerosissimi prodotti decorativi e illuminotecnici, con più di 450 espositori, grande è l'interesse di questo salone nei confronti del risparmio energetico, della sostenibilità ambientale e del problema dell’inquinamento luminoso, in linea con la sempre maggior attenzione che viene dedicata alle tematiche ecologiche anche in campo economico-commerciale. In particolare, a questi incontri parteciperà anche IMQ, il più importante ente di certificazione italiano, leader in Europa nell’attività di valutazione della conformità e di laboratorio di prova nei settori elettrico, elettronico e gas, che concentrerà la propria attenzione sulla sicurezza fotobiologica, sull’efficienza energetica e sulla tutela del mercato, grazie anche al confronto con la Camera di Commercio di Milano, l’organo predisposto ai controlli sul mercato; il CEI, l’ente di normazione italiano; ed ENEA, il supporto tecnico al Ministero dello Sviluppo Economico nella commissione legislativa europea per quanto riguarda le tematiche relative all’efficientamento energetico. In questo modo si vogliono creare opportunità di collaborazione e interscambio tra le aziende produttrici, così da garantire loro un approccio al mercato sempre più responsabile e trasparente.