Elezioni 2013, quanto costerebbe ai politici assicurare l’auto blu?

21 Febbraio 2013

Ormai ci siamo, mancano solo 3 giorni alle elezioni politiche previste per il 24 e 25 Febbraio. È stata, come sappiamo, una campagna elettorale combattuta e ricca di colpi di scena. Abbiamo visto i nostri politici girare l’Italia in lungo e in largo tra comizi in piazza e dibattiti televisivi. Ma con quale mezzo di trasporto? Oltre all’aereo per i tragitti più lunghi, sicuramente la classe politica italiana è “accompagnata” dall’immancabile auto blu, che spesso - soprattutto nel periodo di crisi economica che stiamo attraversando - viene considerata un vero privilegio.

Per questo Chiarezza.it, tra i principali portali in Italia di confronto polizze assicurative online, ha voluto analizzare una componete dei costi della politica italiana provando a vedere quanto pagherebbero i principali candidati alle prossime elezioni 2013 se fossero realmente loro gli intestatari della polizza assicurativa dell’auto blu. In pieno rispetto della par condicio, attraverso il comparatore di Chiarezza.it, sono stati confrontati preventivi assicurativi RC auto dei candidati premier e dei principali attori della scena politica. Ed ecco allora cosa viene fuori da questo particolare confronto assicurativo elettorale. Confrontando preventivi attraverso Chiarezza.it, vediamo che il politico che pagherebbe di più per l’assicurazione, è Silvio Berlusconi, che spenderebbe solo 425,33 € per l’RC auto di una Lancia Thema in cui il guidatore principale è un autista professionista e 445,57 € ipotizzando che sia proprio lui a guidare l’auto. Se invece Mario Monti tonasse a fare il professore al posto del politico risparmierebbe! La sua polizza scenderebbe a 352,77 € rispetto ai 409,81 € in cui come professione è inserito “politico”. Tra i candidati Premier, Pierluigi Bersani leader del PD, pagherebbe il prezzo minore per l’assicurazione dell’auto: solo 349,92 €. La classe politica italiana come sappiamo è in età avanzata, e allora Chiarezza.it ha confrontato i preventivi assicurativi anche dei giovani politici: Angelino Alfano, il sindaco di Firenze Matteo Renzi e Giorgia Meloni. In questa triade è Alfano ad avere la peggio, dovendo pagare 532 € all’anno per assicurare la Lancia Thema in Sicilia. Giorgia Meloni spenderebbe 431 € a Roma e Renzi 405 € a Firenze. A ben vedere però, le “nuove generazioni” non risparmiano rispetto ai leader delle coalizioni: Meloni e Renzi pagherebbero di più di Monti e Bersani. “Le elezioni sono un momento molto importante della vita di un Paese, in particolare con la crisi economica attuale che grava sulle tasche degli italiani. I politici italiani sono spesso criticati per le spese ed i costi eccessivi, per questo abbiamo voluto confrontare i prezzi delle assicurazioni dei politici per vedere, in maniera anche un po’ divertente, quanto la classe dirigente del Paese potrebbe risparmiare confrontando assicurazioni online anche per le auto blu” Ha dichiarato Gianni Tofanelli, responsabile relazioni esterne di www.chiarezza.it. “Analizzando i risultati dei preventivi, notiamo subito i fattori che hanno potuto influenzare i prezzi delle polizze: età anagrafica e residenza geografica. L’assicurazione risulta più cara per Silvio Berlusconi, che sappiamo essere il più grande a 76 anni. Ma Il prezzo in assoluto più alto è quello che toccherebbe al siciliano Angelino Alfano, 532 €. In un panorama così eterogeneo come quello dei rappresentanti politici che abbiamo visto è normale che gli elementi che possono incidere sul prezzo finale dell’RC Auto siano molteplici. Certo non possiamo quantificare l’effettivo risparmio che si avrebbe per lo Stato confrontando le polizze assicurative delle auto blu, ma possiamo consigliare a tutti di essere più attenti anche nella scelta della polizza auto, proprio come se si trattasse dell’ “elezione dell’assicurazione”, considerato che adesso senza il tacito rinnovo è molto più semplice cambiare assicurazione avendo anche la possibilità di risparmiare.