A Napoli polizze scontate per chi paga le tasse

8 Giugno 2012

Una polizza assicurativa a prezzi scontati per gli automobilisti in regola con il pagamento delle tasse comunali. È questo lo spirito di «Rca Napoli virtuosa», un’iniziativa promossa dal Comune di Napoli per premiare i cittadini virtuosi (riconosciuti in base al rispetto delle scadenze della Tarsu relative al 2010). La fase sperimentale è già partita. Sul sito www.rcanapoli.it, ogni cittadino, residente a Napoli da almeno due anni, che abbia intenzione di assicurare la propria macchina potrà compilare un modulo di adesione (non vincolante). Sarà poi contattato dai funzionari per verificare i requisiti richiesti e conoscere quindi il preventivo per la propria polizza.

Adesso l’iniziativa è rivolta alle solo auto private, ma in futuro potrebbe essere estesa anche alle altre categorie. È possibile sottoscrivere la polizza dal mese di luglio. «Stiamo rispettando la tabella di marcia che ci siamo dati – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo e alla Tutela dei consumatori Marco Esposito -. Sono fiducioso del fatto che il modello che il Comune ha sviluppato con la compagnia britannica ConTe.it possa essere replicato in altri posti e con altre assicurazioni. In questi tempi di crisi, gli sconti tariffari avranno un effetto benefico per le famiglie e daranno un segnale etico straordinario: finalmente a Napoli esser corretti conviene». Sul sito, una lettera di presentazione chiarisce l’obiettivo dell’iniziativa e anche il funzionamento del meccanismo per usufruire degli sconti sulle tariffe Rc auto. Un’idea sposata dal Comune di Napoli per combattere il caro polizze. Si tratta di una convenzione riservata ai soli residenti, che non ha però l’ambizione di risolvere da subito tutti i problemi. L’obiettivo è quello di avviare un percorso virtuoso che possa diventare un esempio per le altre zone d’Italia, a partire naturalmente dalla Campania. Dopo l’approvazione della proposta, il Comune di Napoli ha avviato delle trattative con diverse compagnie assicurative. La prima a firmare la convenzione è stata la ConTe.it, società britannica che opera in Italia da anni. L’accordo non ha carattere di esclusiva, sarà attivo dal mese di luglio e durerà un anno (periodo della fase sperimentale). Gli sconti sono destinati alle sole automobili per uso privato. Potranno accedere alla convenzione i residenti a Napoli che hanno versato nei tempi dovuti la Tarsu relativa al 2010. Per partecipare alla sperimentazione è necessaria una preiscrizione (non impegnativa per l’automobilista). L’intesa, inoltre, stabilisce delle regole per limitare il gonfiarsi di spese accessorie. Prevista anche l’installazione di strumenti come la scatola nera e l’adozione di formule quali la riparazione diretta dell’autoveicolo in un’officina convenzionata. La scatola nera permette di ricostruire in maniera chiara le dinamiche degli incidenti, tutelando i conducenti corretti dall’essere danneggiati da comportamenti fraudolenti, spesso avvalorati da false testimonianze. Nella tariffa della convenzione è incluso un servizio di ricerca dell’auto che si attiva in caso di furto. La compagnia si impegna a praticare tariffe scontate e a gestire le pratiche con diligenza e tempestività, mettendo a disposizione dell’assicurato, in caso di incidente, un consulente ad hoc. Così, dopo vent’anni di rincari, «a Napoli esser corretti conviene».