A Milano la festa dell'educazione stradale

1 Ottobre 2012

Aiutare i ragazzi a migliorare il proprio comportamento sulla strada. E' stato questo l'obiettivo della prima "Festa dell'educazione stradale" organizzata dal Comune di Milano che si è tenuto sabato, in piazza Beccaria a Milano, dalle 10 alle 18. Un'iniziativa che si inserisce nell'attività comunale di prevenzione sulla sicurezza stradale che ha portato a una riduzione degli incidenti dell'11,3% nei primi otto mesi del 2012 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo secondo i dati resi disponibili dal Comune. Nell'ambito della festa a cui hanno partecipato tantissimi giovani, è stata allestita 'Ghisalandia', ossia una pista interattiva con le sembianze di una piccola città. L'obiettivo era quello di imparare le regole della strada a piedi e in bicicletta. Ma si sono svolti anche laboratori di legalità e sicurezza stradale e, per le madri e padri, quiz sulla patente.

I giovani hanno anche potuto visitare la centrale operativa e hanno potuto partecipare ad uno spazio dedicato per simulare gli effetti dell'alcol sulla guida. La festa è stata un'occasione per far conoscere a genitori e insegnanti le proposte del Comune di Milano in tema di sicurezza stradale, e per presentare le altre iniziative messe in campo per rendere più sicuro il tragitto verso la scuola, quali vigili all'ingresso, pedibus, nonni amici e car free. "Muoversi in sicurezza è fondamentale - ha detto Marco Granelli, assessore alla Sicurezza, Coesione sociale e Polizia locale del Comune di Milano - ed educare al rispetto del codice della strada significa anche educare alla legalità". L'iniziativa è nata dalla collaborazione tra l'assessorato alla Sicurezza, Coesione sociale e Polizia locale, l'assessorato all'Educazione del vicesindaco Maria Grazia Guida, l'assessorato alla Mobilità di Pierfrancesco Maran e quello alle Politiche sociali di Pierfrancesco Majorino.