Chiarezza.it, il nuovo comparatore online di polizze assicurative: la videointervista

27 Giugno 2011 - su economiaefinanza.blogosfere.it

Per molti, l'automobile è più di un mezzo di trasporto: è un'amica per qualcuno, un 'rifugio' quando qualcosa va male per altri o addirittura una valvola di sfogo. E non solo tra gli uomini, ma anche per il sesso femminile.

Scrive Francesco Carta su Mondo Auto riportando i risultati del sondaggio sul rapporto tra gli italiani e la loro vettura, di Chiarezza.it, il comparatore online che mette a confronto le varie assicurazioni.

Per il 12% degli intervistati, infatti, l'auto è addirittura la cosa a cui tengono maggiormente nella loro vita, più delle amicizie, del lavoro o addirittura delle proprie compagne.

Il risultato è ancora più ampio (52%) allargando il campo ad una Top 10, mentre solamente il 24% vede la vettura come un mezzo per spostarsi da un posto all'altro.

Incuriositi dalla notizia, abbiamo voluto incontrare Francisco Javier Garcia Tosina, AD di Chiarezza.it.

Di seguito la nostra videointervista e i consiglidi Chiarezza.it per individuare l'offerta più conveniente:

In sintesi, Chiarezza.it consente di ottenere gratuitamente la comparazione delle polizze nel minor tempo possibile, selezionando e confrontando le offerte personalizzate con le garanzie accessorie.

Per risparmiare sulla polizza Chiarezza.it consiglia:

1) Confrontare non solo il prezzo, ma anche altri elementi della polizza RC auto, a partire dai massimali; il minimo previsto dalla legge è di 2.500.000€ per i danni alle persone e di 500.000€ per i danni a cose, ma con una piccola differenza sul premio è possibile ottenere massimali - e quindi una tutela - più elevati.

2) Verificare che la polizza non preveda limitazioni importanti (ad esempio, un'età minima per condurre il veicolo). Se invece per il veicolo è previsto un unico guidatore, è consigliabile scegliere una polizza con guida esclusiva, risparmiando significativamente sul premio assicurativo.

3) Controllare minuziosamente le esclusioni previste dalla polizza, che possono tradursi in franchigie e rivalse nel caso di sinistro; un esempio tipico è la guida in stato di ebbrezza, che in alcune polizze prevede una rivalsa sul contraente.

4) Nel caso di veicolo appena acquistato (anche usato), verificare la possibilità di avvalersi dei benefici del Decreto Bersani, che permette di utilizzare la classe di merito maturata dal contraente o da un familiare convivente assicurando un altro veicolo.

5) Scegliere le coperture accessorie che potrebbero essere utili per coprire i potenziali danni verso il veicolo come incendio, furto e assistenza stradale. In caso di sinistro con colpa, il conducente non è coperto dalla polizza RCA: per questo può essere utile valutare la possibilità di sottoscrivere una polizza che copra l'infortunio del conducente.

6) Scegliere la compagnia più idonea alle proprie esigenze e al proprio profilo, che garantisca le coperture più complete e il premio assicurativo più conveniente.

Fonte:
economiaefinanza.blogosfere.it