Tutti i tipi di patente, dalla A alla D. | Chiarezza.it

Tutti i tipi di patente, dalla A alla D.

Una guida semplice sulle patenti di guida che esistono attualmente in Italia

Pubblicato da Valeria Sangirardi il 16 Novembre 2012

La patente di guida è un'autorizzazione amministrativa necessaria per la conduzione su strade pubbliche di veicoli a motore, che viene rilasciata dopo che siano stati accertati i requisiti psicofisici, morali e attitudinali della persona. Per quel che riguarda l'Italia, con la patente conseguita nel nostro paese (sempre dopo un esame) si può circolare liberamente in tutta l'Unione europea senza certificati aggiuntivi specifici e le patenti di tutti gli stati comunitari sono conformi e ammesse in Italia. I cittadini extracomunitari che vogliono circolare in Italia ma posseggono una patente estera non conforme, hanno l'obbligo di conseguire la patente italiana se risiedono in Italia da più di 1 anno. Ma vediamo quanti e quali tipi di patente esistono in Italia. Si possono distinguere quattro categorie di patenti: A-B-C-D più una categoria di "patente speciale". Esaminiamole in ordine:

PATENTE A (età minima 18 anni)

E' conseguibile sostenendo una prova a quiz e una prova di guida su un motociclo che rispetti determinate caratteristiche. Con questo tipo di patente si possono guidare: motoveicoli con massimo 4 persone a bordo compreso il conducente, es.: motocicli, tricicli, motocarrozzette. Motoveicoli di qualunque cilindrata, però con potenza non superiore a 25 kW con o senza passeggero a bordo, (solo dopo 2 anni di patente A, e con un'età non inferiore ai 20 anni la limitazione decade e si possono guidare motoveicoli di qualsiasi potenza).Questa limitazione non esiste, se il candidato è di età non inferiore ai 21 anni, purchè superi una prova specifica con un motociclo avente una potenza non inferiore ai 35 kW.Macchine agricole il cui peso e dimensione non superino quello previsto per i motoveicoli e con velocità massima di 40 Km/h.

PATENTE A1 (età minima 16 anni)

Per ottenere la patente di categoria categoria A1 bisogna sostenere una prova a quiz e una prova di guida su un motociclo che rispetti determinate caratteristiche. Si possono guidare: motocicli di cilindrata fino a 125 cc e Potenza massima fino a 11kW. Macchine agricole che non superano i limiti di massa e di sagoma dei motoveicoli, con velocità massima di 40 Km/h.

 

PATENTE A2 (età minima 18 anni)

Si possono guidare: motocicli con potenza fino a 25 kW o con rapporto potenza/peso fino a 0.16 kW/Kg.

 

PATENTE A3

Permette di guidare tutti i tipi di motocicli. Impone di effettuare la prova pratica su un motociclo con potenza di almeno 35 kW. Tale categoria è automaticamente valida dopo due anni dal conseguimento della patente A2, altrimenti si consegue ad almeno 21 anni di età sostenendo una prova con un motociclo di potenza minima pari ad almeno 35 kW.

PATENTE B

Età minima richiesta: 18 anni. Si consegue attraverso una prova a quiz e una prova di guida su un'autovettura

La patente B, la più comune, permette di guidare:

- Motocicli di cilindrata non superiore a 125 cc e di potenza non superiore a 11 kW solo in Italia

- Motoveicoli (tricicli,quadricicli)

- Autoveicoli (compresi autocarri e autocaravan) di massa complessiva non superiore a 3,5 t con otto posti totali a sedere, escluso il conducente, anche se trainanti un rimorchio leggero (fino a 750 Kg) o un rimorchio non leggero (con massa complessiva minore della massa a vuoto del veicolo trainante) con massa totale a pieno carico del complesso veicolare inferiore a 3,5 t

- Macchine agricole

- Macchine operatrici non eccezionali

PATENTE C

Conseguibile a 18 anni (con obbligo di aver conseguito la patente B), abilita alla conduzione di tutti gli autoveicoli e tutte le macchine operatrici (sgombraneve o spargisale) fino a 7,5 tonnellate.

Permette di guidare:

- Veicoli della categoria B

- Autoveicoli per trasporto di cose (e non di persone, sono esclusi quindi gli autobus) di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t anche se trainanti un rimorchio leggero

- Macchine operatrici eccezionali

PATENTE D

Conseguibile a 21 anni (con obbligo di avere conseguito la patente B/C), abilita alla conduzione di tutti gli autoveicoli per il trasporto di persone con più di 9 posti compreso il conducente.

Si possono guidare:

- Veicoli della categoria B

- Autoveicoli per trasporto di persone (autobus, filobus) con posti a sedere superiore a 9 ad uso proprio, anche trainanti un rimorchio leggero.

PATENTE E

Si tratta di un'estensione delle patenti B,C e D che permette il traino di rimorchi non leggeri ai veicoli per i quali si è ottenuta l'abilitazione di guida.

PATENTE B+E

Permette di guidare veicoli della categoria B, trainanti un rimorchio non leggero (quando il rimorchio eccede il peso a vuoto della motrice oppure quando la massa complessiva della motrice + rimorchio supera 3,5 t)

PATENTE C+E

Permette di guidare motrici della categoria C trainanti un rimorchio non leggero (es. autotreni e autoarticolati)

PATENTE D+E

Permette di guidare motrici della categoria D trainanti un rimorchio non leggero (es. autosnodato).

PATENTI SPECIALI PER DISABILI

I mutilati ed i minorati fisici hanno la possibilità di guidare ottenendo la patente speciale. Queste patenti possono essere limitate alla guida di veicoli di particolari tipi e caratteristiche, oppure avere determinate prescrizioni mediche.

Le limitazioni devono essere riportate sulla patente e devono precisare quale protesi sia prescritta oppure quale tipo di adattamento sia richiesto sul veicolo.