Legge Bersani | Chiarezza.it

Legge Bersani

Il Decreto Legge Bersani per ereditare la classe di merito

Pubblicato da Valeria Sangirardi il 22 Novembre 2012

La legge Bersani, introdotta nell’aprile 2007, permette di risparmiare sull'assicurazione auto. Eppure ancora molti, a distanza di oltre 5 anni, non sanno come e quando sfruttare questa normativa. La legge prevede, nello specifico, che "l’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo".

Più semplicemente la legge permette di usufruire di una classe di merito più vantaggiosa rispetto a quella d’ingresso per legge. Come? "Ereditando" la classe di merito di un altro componente della famiglia (ad esempio, un genitore, un fratello o un coniuge purché convivente) e pagare così un costo più basso per l’assicurazione Rc auto.

La condizione fondamentale per applicare la Legge Bersani è che il veicolo appena acquistato possa essere considerato come "aggiuntivo" rispetto ad almeno un altro mezzo presente nel nucleo familiare, sia dello stesso proprietario del nuovo mezzo sia di altro familiare.

La legge, che si applica solo per persone fisiche, può essere applicata in alcuni casi specifici. Si può ereditare la classe di merito di un veicolo di un parente di primo grado purché convivente. Attenzione, però, perché la classe può essere trasmessa solo tra veicoli della stessa categoria, ad esempio un'auto con un'auto. Il veicolo che cede la classe di merito deve essere, ovviamente, assicurato.

Gli automobilisti che vogliono usufruire della Legge devono comunicarlo alla compagnia assicurativa al momento della stipula della polizza. Serviranno alcuni documenti: l'attestato di rischio della persona da cui vogliono acquisire la classe di merito, lo stato di famiglia che attesti la reale convivenza tra le parti.